Home » vetrina11 » Yoshin Ryu, riconoscimento dal governo giapponese
promozione della comprensione reciproca tra il Giappone e l’Italia

Yoshin Ryu, riconoscimento dal governo giapponese

di ilTorinese pubblicato domenica 23 ottobre 2016

yoshin-ryuIl 21 Ottobre presso la residenza privata del Console Generale del Giappone a Milano si è svolta la Cerimonia di conferimento alla torinese Associazione Culturale Yoshin Ryu, del Riconoscimento Ufficiale del Ministero degli Affari Esteri del Giappone per “l’impegno volto alla promozione della comprensione reciproca tra il Giappone e l’Italia e per il notevole contributo atto a consolidare l’amicizia nei rapporti tra il Giappone gli altri Paesi” – si legge sul documento ufficiale giapponese.

L’Associazione Yoshin Ryu si è occupata della diffusione nel nostro Paese delle Arti Marziali (Jutaijutsu), portando i suoi principi formativi in diversi ambiti della società civile, e negli ultimi dieci anni ha diffuso attraverso l’allestimento di numerose mostre nei principali palazzi storici di Torino (Palazzo Bricherasio, Palazzo Barolo e MAO) le arti e la cultura giapponesi. Ultimo evento organizzato: la Prima parte del dittico di mostre “Bushi – Samurai e Ninja”, allestita al Museo d’Arte Orientale di Torino lo scorso inverno. A Torino un supporto importante alle prime attività dell’associazione venne dall’allora assessore alla Gioventù del Comune, Giampiero Leo.

L’Associazione, nata nel 1978, è stata insignita quale unica realtà in quest’anno nel nostro Paese, alla presenza dei fondatori dell’Associazione, il Presidente Cesare Turtoro e la Vice Presidente Daniela Crovella, altri soci storici, autorità piemontesi e giornalisti.

Il riconoscimento all’Associazione da parte di una Nazione di indubbio rilievo sullo scenario internazionale e nei riguardi del nostro Paese, assume un significato particolare per la sua attribuzione unica ogni anno per area geografica (Stato o gruppo di Stati), ed emblematico in occasione della ricorrenza dei 150 anni dei rapporti diplomatici fra Italia e Giappone.

Per questa ragione il Vice-Presidente del Comitato dei Diritti Umani della Regione Piemonte Giampiero Leo, che ha portato i saluti del Presidente della Regione Sergio Chiamparino e del Presidente del Consiglio Regionale Mauro Laus, ha trasmesso anche l’invito di quest’ultimo a visitare il Piemonte e recarsi in Consiglio Regionale entro la fine dell’Anniversario. Il Console Generale ha apprezzato molto i saluti e la proposta e ringraziando ha sottolineato il suo desiderio che vi sia un’intensificazione ulteriore dei rapporti con l’Associazione e con la Regione.