Home » Sport » World Games, ottimo inizio per l’Italia e per i piemontesi
Da segnalare la doppietta d'oro di Silvia Meschiari

World Games, ottimo inizio per l’Italia e per i piemontesi

di ilTorinese pubblicato sabato 22 luglio 2017

Italia subito protagonista nelle gare di nuoto per salvamento dei World Games. Italia che nella prima delle due giornate dedicate a questa spettacolare disciplina ha raccolto ben 7 medaglie: 4 ori, 2 argenti e 1 bronzo. Tre di queste portano la firma di due atleti piemontesi: Jacopo Musso e Federico Gilardi, entrambi tesserati per la Rari Nantes Torino, rispettivamente primatisti del mondo nei 100 manichino pinne e torpedo e nei 200 super lifesaver. Jacopo Musso, classe 1993, ha conquistato il titolo nei 100 manichino pinne con un notevolissimo 45”40, record dei Campionati a circa tre decimi dal record mondiale dell’azzurro Francesco Bonanni. Jacopo ha preceduto con buon margine i tedeschi Kevin Lehr e Jan Malkovski.

Nei “suoi” 200 super lifesaver Federico Gilardi, si è invece dovuto “accontentare” del secondo posto, preceduto dal compagno di nazionale Daniele Sanna. 2’07”67 il tempo del quasi 26enne torinese, che nella vasca di Breslavia ha conquistato oggi un altro argento nei 200 ostacoli. Un argento davvero molto vicino all’oro, distante appena 5 centesimi e finito al collo di Bradley Woodward. 1’55”03 il crono dell’australiano; 1’55”08 quello di Federico. Nei 200 super lifesaver ha completato il podio l’australiano Tom Montgomery, nei 200 ostacoli il neozelandese Steven Kent. Quarto in 1’57”99 (nella prova a ostacoli) l’altro piemontese Sasha Andrea Bartolo, classe 1994 e tesserato per lo Swimming Club Alessandria.

I tre atleti del nostro Comitato Regionale si sono presentati tutti insieme nella finale della staffetta 4×50 ostacoli, con Jacopo in prima frazione, Sasha in seconda e Federico a chiudere; in terza frazione il già citato Daniele Sanna. Il quartetto azzurro ha chiuso al sesto posto in 1’39”33. Nella stessa gara si è fermata a 42 centesimi dal podio la formazione femminile italiana con le piemontesi Cristina Leanza (Aquatica Torino) e Laura Pranzo (Centro Nuoto Nichelino), con Silvia Meschiari e Serena Nigris; 1’52”41 il tempo delle azzurre, alle spalle di Francia, Australia e Cina.

Da segnalare la doppietta d’oro di Silvia Meschiari, prima nei 200 ostacoli e nei 200 super lifesaver. L’ultima medaglia italiana della giornata è arrivata grazie a Federica Volpini, terza nei 100 manichino pinne. Domani si chiudono le gare di nuoto per salvamento dei World Games. Il programma inizia alle 10 e prevede 50 manichino, 4×25 manichino, 100 manichino pinne e torpedo e 4×50 mista. Le finali inizieranno alle 17.30.


***
Di seguito i finalisti piemontesi di oggi
– 50 manichino: Cristina Leanza (Aquatica Torino, 36”20), Sasha Andrea Bartolo (Swimming Club Alessandria, 29”71)
– 4×25 manichino: Italia (Cristina Leanza, Federica Volpini, Serena Nigris, Silvia Meschiari, 1’23”61), Italia (Federico Gilardi, Sasha Andrea Bartolo, Jacopo Musso, Daniele Sanna, 1’08”66)
– 100 manichino pinne e torpedo: Laura Pranzo (Centro Nuoto Nichelino, 1’03”01), Jacopo Musso (Rari Nantes Torino, 51”83)
– 4×50 mista: Italia (Cristina Leanza, Laura Pranzo, Silvia Meschiari, Federica Volpini, 1’43”86), Italia (Daniele Sanna, Sasha Andrea Bartolo, Andrea Vittorio Piroddi, Federico Gilardi, Jacopo Musso)