Home » LIFESTYLE » Wagner, Strauss e Webern all’Auditorium
GIOVEDI 7 MAGGIO

Wagner, Strauss e Webern all’Auditorium

di ilTorinese pubblicato mercoledì 6 maggio 2015

auditorium rai

Il trionfo della primavera dell’ultimo dei quattro Lieder di Strauss nell’interpretazione dell’eccezionale soprano Krassimira  Stoyanova. Un articolato concerto diretto dal Direttore principale dell’Orchestra Rai Valcuha

 

Protagonista assoluta del concerto in programma giovedì 7 maggio, alle 21, all’Auditorium Rai di Torino sarà l’esplosione della primavera contenuta nel primo dei quattro ultimi Lieder (Vier letze Lieder) composti da Richard Strauss. A interpretarlo, accompagnata dall’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai “Arturo Toscanini”, sarà il soprano bulgaro Krassimira Stoyanova,  che ha già calcato i più famosi palcoscenici del mondo, trionfando all’ultimo Festival di Salisburgo nel ruolo della Marescialla,  nel Rosenkavalier di Strauss.Quando scrisse gli ultimi suoi quattro Lieder,  Richard Strauss aveva 84 anni e viveva ritirato nella sua villa sulle Alpi bavaresi, senza più ricoprire da tempo incarichi pubblici. Non era fuggito dalla Germania nazistafuggito, ma continuò a scrivere Lieder su misura per la voce della moglie e delle sue doti di accompagnatore al pianoforte, che non erano, tuttavia, eccezionali.  Ascoltati oggi, i suoi ultimi quattro Lieder ci riportano alle radici della poesia musicale di tutti i tempi, essendo capaci di rivelare il motivo del loro valore assoluto: l’essere fuori dal tempo,  ragione per la quale i contemporanei di Strauss non li capirono, ma motivo anche del loro essere eterni.Sul podio è impegnato il direttore principale dell’orchestra Rai, Jura Valcuha,  che in questo ultimo concerto proporrà anche l’Idillio di Sigfrido per piccola orchestra. Richard Wagner lo compose nel 1870 per festeggiare il Natale e il trentaseiesimo compleanno della moglie Cosima. Completano il programma la Passacaglia n. 1 di Anton Webern e il poema sinfonico di Richard Strauss dal titolo “Morte e trasfigurazione”,  che illustra i temi dell’agonia umana e della salvezza ultraterrena,  muovendosi con grande abilità tra l’esasperazione materialista di matrice decadente e la eterna aspirazione romantica.Il concerto verrà replicato venerdì 8 maggio alle 20.30 presso l’auditorium Rai in piazza Rossaro.

 

Mara Martellotta

Info: 0118104653.