Home » Brevi di cronaca » Volpiano, contributi per gli inquilini sotto sfratto
In condizione di morosità incolpevole

Volpiano, contributi per gli inquilini sotto sfratto

di ilTorinese pubblicato martedì 10 ottobre 2017

I moduli per le domande  si ritirano in Municipio all’Ufficio Casa 

A partire da martedì 10 ottobre gli inquilini a rischio di sfratto esecutivo e in condizione di morosità incolpevole possono presentare domanda per ottenere un contributo, anche parziale, sul debito accertato.

Il sostegno, nella misura massima di 8mila euro, viene erogato ai conduttori di immobili di edilizia privata situati nel territorio di Volpiano, incapaci di far fronte al canone d’affitto a seguito di perdita del lavoro per licenziamentoriduzione dell’orario di lavoro a seguito di accordi aziendali o sindacali, cassa integrazione che limiti fortemente la capacità reddituale, mancato rinnovo di contratti a termine o lavori atipicicessazione di attività libero-professionale derivante da cause di forza maggiore, e malattia graveinfortunio o decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato una consistente riduzione del reddito o l’impiego di ingenti somme per spese mediche e assistenziali. La presenza nel nucleo familiare di un componente ultrasettantenne o minore, con invalidità accertata uguale o maggiore al 74% oppure in carico ai servizi sociali, costituisce preferenza per l’eventuale concessione del contributo. Tra i requisiti richiesti, un reddito con valore Isee non superiore ai 26mila euro.

L’obiettivo della misura è prevenire l’esecuzione degli sfratti. Viene consentito, perciò, di sanare la morosità a fronte della rinuncia o del differimento dello sfratto da parte del proprietario dell’immobile, oppure assicurare il versamento del deposito cauzionale di un nuovo contratto di locazione e alcune mensilità relative a un nuovo contratto a canone concordato.

Per presentare domanda è necessario compilare il modulo disponibile presso l’Ufficio Casa situato al primo piano del Municipio (piazza Vittorio Emanuele II, 12) e consegnarlo, sempre in Municipio, all’Ufficio Protocollo, unitamente a fotocopia del documento d’identità (copia del permesso di soggiorno per i cittadini stranieri), copia del contratto di locazione, atto di intimazione di sfratto o citazione per la convalida dello sfratto, documentazione attestante la morosità incolpevole, eventuale certificazione di invalidità di uno dei componenti il nucleo familiare.

Le domande sono valutate da apposita commissione secondo l’ordine d’arrivo al protocollo; i contributi vengono erogati fino al limite delle risorse disponibili e nella misura stabilita dalla commissione.

Ulteriori informazioni in Municipio presso l’Ufficio Casa (orari: lunedì e giovedì dalle ore 10 alle 13, martedì e venerdì dalle ore 9 alle 12, giovedì anche al pomeriggio dalle ore 16.30 alle 18.30, chiuso il mercoledì mattina), oppure sul sito del Comune (www.comune.volpiano.to.it).