Home » vetrina3 » IL VOLO DELL’ARCOBALENO
A Frassinetto nel Canavese

IL VOLO DELL’ARCOBALENO

di ilTorinese pubblicato sabato 19 settembre 2015

volo

C’era anche la mitica Graziella di Villar Perosa,  che a 74 anni era impaziente di lanciarsi, rivivendo l’emozione che da bambina l’aveva vista volare giù per una corda tesa in campagna

 

A Frassinetto nel Canavese si può provare il brivido del volo. Si chiama il volo dell’Arcobaleno. Si compone di un lungo cavo metallico che attraversa la valle per una lunghezza di 1800 m al quale si viene appesi con una carrucola ed un apposito imbrago che consente una posizione di volo come quella dei supereroi, equipaggiati con caschetto e maschera antivento. Ci si lancia nel vuoto dalla stazione di partenza ad un altezza di 1298 m tra il verde della valle e il luccicare dei corsi d’acqua sottostanti,rassicurati ed incoraggiati dagli addetti alla struttura.E…..si volaaaaaaaa!

 

Si può,raggiungere una velocità fino a 130-140 km/h giungendo, carichi di nuova vitalità, alla stazione di arrivo a quota 1040m. Si può volare da soli od in coppia! Nel mio gruppo di amici a volare c’era la mitica Graziella di Villar Perosa (To) che a 74 anni era impaziente di lanciarsi, rivivendo l’emozione che da bambina l’aveva vista volare giù per una corda tesa in campagna.Questa volta si è divertita un sacco..senza nemmeno scorticarsi le mani! Eccola in arrivo con suo figlio Diego.

 

Antonella Ciliberto