Home » TRIBUNA » Voci Scomode. Storie di chi sfida il potere
AL CIRCOLO DELLA STAMPA

Voci Scomode. Storie di chi sfida il potere

di ilTorinese pubblicato martedì 22 novembre 2016

TURCHIA, CENSURA DI STATO  

stampa giornalisti circoloLa giornalista Rosita Ferrato organizza  per il Caffè dei giornalisti,  il 29 novembreVoci Scomode. Storie di chi sfida il potere. Circolo dell Stampa, Corso Stati Uniti 27, ore 18. La libertà di stampa è al centro della riflessione proposta da “Voci scomode”, l’appuntamento annuale organizzato dal Caffè dei giornalisti in partnership con il Dipartimento di Culture Politiche e Società dell’Università di Torino e la Maison des Journalistes, giunto alla terza edizione. Le testimonianze dei giornalisti rifugiati e degli inviati nell’area siro-irachena e turca per comprendere la svolta autoritaria impressa da Erdogan: l’avversione per la stampa indipendente, la questione curda, il fronte siriano, i rapporti con l’Occidente.

***

Giornalista e testimone

Temi attuali e di enorme complessità, sui quali si confronteranno i protagonisti della tavola rotonda organizzata da Rosita Ferrato: “Le voci scomode dell’edizione 2016” – spiega – “sono quelle   di  Halgurd Samadcurdo iracheno, e Sakher Edris, siriano: entrambi giornalisti costretti all’esilio e ospiti de la Maison des Journalistes (MDJ), associazione parigina che offre rifugio a reporter fuggiti dal loro Paese d’origine per aver perseguito la libertà di espressione”. Assieme a loro Darline Cothière, direttrice MDJ; Lucia Goracci, inviata di Esteri a Rai News 24; Marta Ottaviani, giornalista di Avvenire e La Stampa. I lavori saranno introdotti da Marinella Belluati, docente di Analisi dei Media presso l’Università di Torino, e moderati da Sherif El  Sebaie, opinionista di Panorama ed esperto di diplomazia culturale.

http://vociscomode.caffedeigiornalisti.it

(foto: il Torinese)