Home » ECONOMIA E SOCIALE » Vittorio Sgarbi e Giorgio Calabrese per parlare di arte e cibo
Iniziativa dell’associazione Aleramica Onlus al Teatro di Moncalvo

Vittorio Sgarbi e Giorgio Calabrese per parlare di arte e cibo

di ilTorinese pubblicato venerdì 17 ottobre 2014

moncalvoL’occasione sono le tele della pittrice Orsola Maddalena Caccia

 

Con questo articolo il giornalista Massimo Iaretti inizia la collaborazione con il Torinese

 

I riflettori del mondo dell’arte sono puntati, sabato 18 ottobre, per un giorno su Moncalvo storico centro della Provincia di Asti. Nell’arco degli eventi per la Fiera del Tartufo 2014, l’associazione Aleramica Onlus organizza l’incontro, alle ore 17, nel Teatro Comunale su “Orsola Caccia pittrice e il cibo di raccolta – incontro tra sacro e profano”. Ad Orsola ed al padre Guglielmo detto “Il Moncalvo” era stato recentemente dedicato un altro interessante appuntamento culturale nella chiesa parrocchiale.

 

Moncalvo conserva il convento voluto a Guglielmo Caccia, dove Orsola visse da badessa e di questo nell’incontro in Teatro se ne parlerà con Antonio Barbato e Giuseppe Vaglio. Poi, però arriverà il collegamento con la fiera e l’oggi. Il tartufo, infatti, attualmente cibo costoso ed elitario, è un cibo di raccolta, cibo che è possibile trovare in natura senza necessità di un intervento umano, dunque ieri cibo di raccolta alla portata dei villani. E su questo argomento si soffermerà il noto nutrizionista Giorgio Calabrese. Alberto Cottino, storico dell’arte, invece, darà una lettura iconografica dei quadri di Orsola, mentre Vittorio Sgarbi racconterà delle caratteristiche della pittura della badessa – artista che lo hanno indotto ad arricchire la sua collezione con sue opere.

 

L’evento sarà anche l’occasione per visitare le nuove sale del museo cittadino che raccolgono anche le foto più significative dell’architetto Arrigo Amaduzzi, milanese, ma innamorato delle colline del Monferrato.

 

Massimo Iaretti