Home » CULTURA E SPETTACOLI » Viaggio fotografico attraverso le isole indonesiane
LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO DOCUMENTARIO

Viaggio fotografico attraverso le isole indonesiane

di ilTorinese pubblicato mercoledì 8 ottobre 2014

indonesia2indonesiaDopo un viaggio durato sei mesi attraverso le isole indonesiane, il fotografo e videomaker Andrea Fazzolati presenta il progetto fotografico che ha tratto da questa esperienza: “INDODREAMERS”. L’appuntamento è per giovedì 6 ottobre alle 19 presso lo spazio 515 Creative Shop

 

Ad autunno iniziato già da qualche settimana, sembra ormai lontano il tempo dei viaggi estivi e dei racconti tipici del rientro, eppure per chi ha voglia di assaporare suggestioni, atmosfere e culture lontane c’è un appuntamento a cui non potrà mancare: la presentazione di “INDODREAMERS”. Il foto documentario frutto di un progetto che ha impegnato per due anni Andrea Fazzolari e che racconta, attraverso i suoi scatti, questo incredibile viaggio nelle isole indonesiane alla ricerca delle culture tribali. Il libro viene presentato giovedì 9 ottobre alle ore 19.00 presso “515 Creative Shop” in Via Giuseppe Mazzini 40.

 

Andrea Fazzolari racconta in questo libro fotografico il progetto che ha impegnato i suoi ultimi due anni, un viaggio, una fuga volontaria, un’esperienza di vita lontana dalle comodità e dalle abitudini che caratterizzano la nostra quotidianità. Un’immersione nelle radici di culture antichissime, che fondono la mistica tribale con le religioni imposte ed una natura esplosiva che circonda e condiziona chi vive da sempre in questi arcipelaghi. Un viaggio vissuto sulla strada e sul surf che viene proposto nella sua accezione più mistica. Una filosofia del viaggio e della fotografia che Andrea riassume così:

 

“La fotografia mi da la possibilità di esprimere l’inesprimibile, mi da la possibilità di comunicare ciò che ho vissuto cercando di regalare un nuovo orizzonte a coloro i quali ne sono alla continua ricerca, come la continua ricerca di angoli d’oceano dove poter surfare in connessione con la natura che circonda e avvolge, lontano dalle rotte più commerciali, dal caos che regna nei luoghi dove il demone del denaro si sta appropriando della terra e del mare, per costruire i suoi templi di cemento in vece di quelli che da centinaia di anni infondono la spiritualità che regnava in queste isole.”

 

“515 Creative Shop” non ospita solamente la serata, ma ha anche supportato il progetto dall’inizio. Per chi non lo conosce ancora è uno spazio interessante: studio di pubblicità e laboratorio di ricerca concentrato su arte contemporanea, lifestyle, motori ed editori.

 

L’ingresso è libero.

 

Elisa Bernardi