Home » prima pagina » Al vertice bilaterale di Parigi Renzi e Hollande danno il via libera alla Torino-Lione
I DUE PRESIDENTI: "OGGI NON ESISTE PIU' ALCUN FRENO PER LA TAV CHE E' STATA NON SOLO DECISA MA LANCIATA"

Al vertice bilaterale di Parigi Renzi e Hollande danno il via libera alla Torino-Lione

di ilTorinese pubblicato giovedì 26 febbraio 2015

renzi-hollande

Nel frattempo è stata costituita la  Telt – Tunnel Euralpin Lyon Turin, la società responsabile dei lavori di realizzazione e gestione della nuova linea ferroviaria

 

Al vertice bilaterale tenutosi all’Eliseo è stato compiuto un passo politico importante per la realizzazione della Torino-Lione: “Oggi non c’è più nessun freno, nessun ostacolo alla realizzazione della tav  che non solo è  decisa ma lanciata”. Così il presidente francese Francois Hollande, nella conferenza stampa del summit italo-francese, tenutosi a Parigi.  “Possiamo affermare – ha proseguito il presidente – che la Torino-Lione è stata lanciata, la realizzazione richiederà ancora tempo ma non esiste più nessun freno”.Anche per il premier italiano Matteo  Renzi la firma dell’accordo è “un passaggio importante in cui Francia e Italia esprimono la propria soddisfazione per i progressi decisivi compiuti a favore del progetto Torino-Lione“, una “tappa fondamentale per la realizzazione del tunnel binazionale”.

 

Nel frattempo è stata costituita la  Telt – Tunnel Euralpin Lyon Turin, la società responsabile dei lavori di realizzazione e gestione della nuova linea ferroviaria partecipata al 50% da Fs e al 50% dallo Stato francese. L’assemblea  dei soci ha nominato Hubert du Mesnil presidente e  Mario Virano (responsabile dell’Osservatorio Tav) direttore generale. Telt va a sostituirsi alla “storica” Ltf, che ha seguito gli studi ed i lavori preliminari dal 2001 al 2015.

 

Intanto le due attiviste del Movimento No Tav, Nicoletta Dosio e Marisa Meyer hanno ottenuto l’assoluzione dall’accusa di interruzione di pubblico servizio. Nel novembre 2012, in occasione di una visita ministeriale avevano esposto sul municipio di Chiomonte un vessillo No Tav.