Home » ECONOMIA E SOCIALE » UNITRE TORINO: IL 2 NOVEMBRE AL VIA LE LEZIONI
Anche il corso sulla "geografia del vino"

UNITRE TORINO: IL 2 NOVEMBRE AL VIA LE LEZIONI

di ilTorinese pubblicato venerdì 30 ottobre 2015

Tra i 170 corsi di Unitre Torino alcuni sono inediti

 

mole vittorioIl prossimo 2 novembre alle 9,30 suona la campanella per le lezioni di Unitre Torino, la più grande Università della Terza Età d’Italia. Tra i 170 corsi di Unitre Torino alcuni sono inediti: “La successione: occuparsene bene, vivere meglio”, coordinato da Andrea Dalla Chiara, che spiegherà i problemi legati al trasferimento del patrimonio familiare; “C’era una volta…e  domani?”, una psicoterapeuta dell’età evolutiva (Claudia Cuminetti) e una libraia (Marta Bianco) compiono un viaggio nel pianeta dell’infanzia e dell’adolescenza per esaminare come sono cambiati la letteratura e l’immaginario infantile; “I geroglifici” (avviamento della lingua egizia); “Un fotoreporter di guerra all’Unitre” (teorico-pratico, con visita a mostre); “Conflitti e speranze di pace nel mondo” (tenuto dal generale Carlo Cabigiosu, che è stato impegnato in importanti missioni militari all’estero); “Attenti al segno” (creatività pubblicitaria); “Le primavere arabe” (approccio storico, economico-sociale, politico); “Maghi e magia” (organizzato dal Circolo della magia di Torino). Naturalmente sono confermati i seguitissimi “Storia del ‘900” (professor Gianni Oliva) e “Come vivevamo…società e costume” (la professoressa Lucia Cellino racconta i più famosi processi della storia e i loro protagonisti).

 

Altre novità interessanti sono: il corso sulla “geografia del vino”, coordinato da Agostino Tarditi, presidente Consorzio tutela vini Pinerolese, un excursus sulla storia e le caratteristiche della vite e sulle tecniche di coltivazione e vinificazione, con visite guidate; “Primo soccorso ed educazione alla salute”, tenuto dalla Croce Rossa Italiana.

 

Gli “Amici del coro Unitre” danno la possibilità a tutti gli associati di partecipare a incontri di canto. “L’Accademia dell’umanità”, l’altro pilastro portante di Unitre, organizza  i volontari dell’associazione, impegnati negli ospedali, nei musei, nelle iniziative del  tempo libero. Propone anche un calendario di sette spettacoli con cadenza mensile, al Dopolavoro Ferroviario (via Sacchi 63), viaggi legati ai corsi e visite guidate a mostre. L’Unitre Torino si auto finanzia con le sole quote associative; la collaborazione dei docenti è volontaria e gratuita.  

Per  seguire le attività ci sono un canale Facebook molto attivo e il sito www.unitretorino.net.

 

UNITRE TORINO IN CIFRE

 

Associati: 4 mila

Corsi: 170

Ore di lezione: 5 mila

Docenti: 200

Percentuale di conferme: 90%

Matricole: 500

 

(Foto: il Torinese)