Home » LIFESTYLE » Un’estate ricca di eventi al Forte di Exilles
Boosta e Vinicio Marchioni protagonisti della festa di riapertura della fortezza dell’alta Valle di Susa

Un’estate ricca di eventi al Forte di Exilles

di ilTorinese pubblicato mercoledì 28 giugno 2017

Il Forte di Exilles ha festeggiato la riapertura lo scorso sabato con una serata all’insegna della musica di Davide “Boosta” Di Leo – produttore, dj e fondatore dei Subsonica – e delle parole di Vinicio Marchioni, attore poliedrico, impegnato in tv, al cinema e in teatro. I due artisti sono riusciti a incantare il pubblico parlando di amore e costruendo un racconto in cui le note del pianoforte hanno accompagnato la lettura di una selezione di brani di grandi scrittori.

Lo spettacolo dei due super ospiti è stato solo il primo di una serie di eventi organizzati dal Circolo dei Lettori di Torino in collaborazione con l’associazione culturale Inoltra, la regione Piemonte, il Comune di Exilles e l’associazione Amici del Forte di Exilles. Per la stagione estiva è prevista infatti una ricca varietà di appuntamenti destinati non solo ai grandi ma anche ai piccini: oltre a concerti, proiezioni e serate teatrali, si terranno laboratori didattici studiati ad hoc per i piccoli visitatori del Forte. Naturalmente, non possono mancare le visite accompagnate, occasione unica per conoscere la storia e i segreti della fortezza: esattamente come nel 2016 – quando in tre mesi di apertura si sono superate le diecimila presenze – anche quest’anno spetta al personale della Cooperativa Culturalpe il compito di accogliere i visitatori e agli Amici del Forte quello di mostrare i sottotetti, la lunga e stretta scala del Paradiso, la batteria Reale e la zona del basso Forte con le galere che, alla fine del Seicento, avrebbero ospitato un prigioniero tanto illustre quanto misterioso, la  cosiddetta Maschera di ferro. 

***

Arricchiscono l’offerta culturale tre interessanti esposizioni. La mostra Tempo di Lupi. La storia di un ritorno che, curata dal Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino e dall’Ente di gestione delle aree protette delle Alpi Cozie, è parte del progetto europeo Life WolfAlps, nato con l’obiettivo di monitorare e preservare la popolazione alpina del lupo. Le Alpi e gli animali che le abitano sono protagonisti anche della rassegna La Vita nelle Alpi: organizzata da Trekking FotoNaturalistici, racchiude una serie di scatti mozzafiato realizzati dai giovani fotografi Alberto Olivero e Luca Giordano. Infine, Scatti di vita militare nel Forte di Exilles raccoglie una cinquantina di fotografie  scattate entro le mura della fortezza a partire dal 1896. Anche se Exilles è un piccolo comune, non è stato facile reperire fotografie storiche relative alla vita nella fortezza: «Sono testimonianze rare e preziose – spiega il presidente dell’associazione Amici del Forte, Riccardo Humbert – perché, essendo il Forte un presidio militare, l’accesso era riservato a pochi e non era concesso scattare fotografie al suo interno». 

***

Quasi a voler ribaltare le restrizioni del passato, per il secondo anno consecutivo il Comune di Exilles ha deciso di non far pagare un biglietto di ingresso in modo tale da permettere a tutti di arrivare sino al cuore del Forte, il Cortile del Cavaliere, e da lì accedere gratuitamente alle mostre. Le visite accompagnate sono invece a pagamento, per quasi tutti: «I bambini sotto i dieci anni non pagano – continua Humbert – ed è possibile scegliere tra due percorsi differenti, uno più breve della durata di circa mezz’ora e uno più lungo che consente di visitare l’intera struttura». Sono in programma anche delle suggestive visite in notturna che permettono di vivere un’esperienza unica: «Per avere ulteriori informazioni sulle attività e per conoscerne i dettagli – conclude il presidente Humbert – non esitate a contattarci attraverso la pagina Facebook, chiamando il numero 3276262304 oppure scrivendo all’indirizzo assfortexilles@gmail.com». 

***

Il Forte di Exilles sarà aperto nei mesi di luglio e agosto dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 18; osserverà lo stesso orario anche nel mese di settembre, quando aprirà le porte solo nei weekend: il calendario non lascia dubbi, il gigante buono racchiuso tra le verdi montagne dell’alta Valle di Susa sarà l’assoluto protagonista di una intensa, calda estate.

Giulia Amedeo