Home » ECONOMIA E SOCIALE » Una “tre giorni” al Colle del Lys
Le celebrazioni per ricordare l’eccidio del 2 luglio 1944

Una “tre giorni” al Colle del Lys

di ilTorinese pubblicato venerdì 30 giugno 2017
Da alcuni anni l’appuntamento di Eurolys prevede anche una versione “taglia piccola” , per una ventina di bambini dai 6 ai 12 anni, con animazione e giochi sulla Costituzione e sulla cittadinanza
 
Domenica 2 luglio si svolgeranno al Colle del Lys le celebrazioni  per ricordare l’eccidio del 2 luglio 1944.  L’appuntamento – dedicato quest’anno al 6°° anniversario  dell’Unione Europea – sarà, come sempre, davanti alla torre circolare del monumento dedicato ai ragazzi trucidati durante il rastrellamento del 1944, ai 148 caduti della 17ª Brigata Garibaldi e a tutti i 2024 partigiani caduti nelle vallate circostanti. Dopo l’assemblea dei rappresentanti delle istituzioni, la cerimonia prevede – alle 11.00 – l’intervento dell’ europarlamentare Mercedes Bresso in veste di oratore ufficiale ufficiale. Nel pomeriggio la passeggiata rievocativa sui luoghi della memoria e il concerto musicale de “I Grifoni”. Il programma delle celebrazioni inizierà in realtà venerdì 30 giugno alle 21, con la proiezione del film “Siamo scesi tutti laureati”, mentre sabato 1° luglio sarà la giornata dedicata allo sport e alle attività all’aria aperta che terminerà, alle 21.oo, con la fiaccolata sui sentieri della memoria e il concerto di “Resistenza Elettrica” che vedrà sul palco i Modena City Ramblers. Nella tre giorni al Colle del Lys si svolgerà la 22° edizione di Eurolys, il meeting internazionale con un’ottantina di ragazzi – dai 16 ai 25 anni – provenienti da tutta Europa che si svolge ogni anno il primo week-end di luglio,  in concomitanza delle celebrazioni per ricordare l’eccidio del 2 luglio 1944, in cui persero la vita 32 giovani partigiani della 17esima Brigata Garibaldi. Un’occasione per favorire un dibattito aperto e originale sui temi della liberazione del continente dalle dittature, sulle nuove identità, i valori costituzionali e il senso della “cittadinanza europea”. Da alcuni anni l’appuntamento di Eurolys prevede anche una versione “taglia piccola “ , per una ventina di bambini dai 6 ai 12 anni, con animazione e giochi sulla Costituzione e sulla cittadinanza.

 

Marco Travaglini