Home » vetrina9 » Una fetta di torta a Torino
"I dolci in tavola sono come i concerti barocchi nella storia della musica: un'arte sottile" diceva Isabel Allende. Un piacere irrinunciabile si potrebbe aggiungere.

Una fetta di torta a Torino

di ilTorinese pubblicato mercoledì 28 marzo 2018

Come si fa a rinunciare ad una fetta di torta? Ingredienti meravigliosi, sapori dolcissimi, colori armoniosi e profumi invitanti, non si può resistere. Una colazione energica per iniziare la giornata magari insieme ad un cappuccino cremoso, una pausa rilassante accompagnata da una tazza di cioccolata fumante a merenda, la sera per terminare il percorso con gioia. Mangiare sano, stare a dieta sono cose importanti per la nostra salute, avere uno stile di vita corretto e pulito sono principi fondamentali per curare il nostro benessere, tuttavia la nostra benefica disciplina non deve impedire di concederci un gesto affettuoso, una lusinga, una dolce indulgenza. Studiamo, lavoriamo, ci muoviamo, ci stanchiamo quindi, non possiamo contare sempre le calorie, ogni tanto, una volta la settimana o forse al mese se vogliamo essere più attenti permetterci una infrazione alimentare non può che migliorare il nostro umore e rilassarci.

Nella nostra città ci sono delle deliziose torterie, incantevoli posti dove indulgere un piacevole gâteau è una meravigliosa esperienza:

 

Torteria Berlicabarbis Corso Moncalieri, 214/D – tisane e magnifiche torte in un locale informale. dallo stile provenzale.

Miss Cake – Via Goito, 17/B – Torte, biscotti e cupcakes e il brunch domenicale in un ambiente cordiale.

OlsenVia Sant’Agostino 4/bis – Caffetteria un po’ retrò con torte dolci e salate fatte come nelle ricette della nonna.

Sweet Lab – Via Principe Amedeo 39 –  Muffin, cupcakes, cookies, cioccolato e torte di ogni genere.

Torteria Café Marconi – musica jazz di sottofondo, tisane, infusi, torte, crostate e pasticcini.

Chloé Bistrot – Via Barbaroux 12 – un angolo di Parigi a luce soffuse, crepes, pancakes e vari tipi di torte.

 

“I dolci in tavola sono come i concerti barocchi nella storia della musica: un’arte sottile” diceva Isabel Allende. Un piacere irrinunciabile si potrebbe aggiungere.

 

Maria La Barbera

 

 

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE