Home » TRIBUNA » Una cena al buio
Il locale sarà completamente oscurato e  i partecipanti saranno accompagnati ai tavoli e serviti da camerieri non vedenti.

Una cena al buio

di ilTorinese pubblicato sabato 17 novembre 2018

Il settore Darkevents di APRI-onlus (Associazione Pro Retinopatici e Ipovedenti), con la partecipazione di alcuni camerieri non vedenti, organizzerà una cena al buio presso il ristorante della Società Operaia “F. Bussone” di Carmagnola in via Valobra 143. L’evento sarà realizzato in collaborazione con la ASD Omnisport di Carmagnola. L’originale iniziativa, che consente a chi vede di immedesimarsi per qualche ora nella situazione della cecità, si svolgerà nella serata di sabato 24 novembre p.v., alle ore 20,00. E’ la seconda volta che si svolge la cena al buio a Carmagnola. L’ultima iniziativa del genere in zona risale al 2016. Il locale sarà completamente oscurato e  i partecipanti saranno accompagnati ai tavoli e serviti da camerieri non vedenti. “Si tratta di un tipo di iniziativa che ottiene generalmente molto interesse” – commenta il presidente APRI-onlus Marco Bongi – “Ovunque l’abbiamo proposta si è riscontrata un’alta partecipazione di pubblico e molti commensali si sono poi avvicinati al sodalizio come volontari. L’esperienza del buio può forse spaventare in un primo momento ma poi, superato il disagio iniziale, si rivela molto coinvolgente e fonte di riflessione”. Ecco dunque un modo originale per mettere alla prova i propri sensi alternativi alla vista che la cosiddetta “civiltà dell’immagine” ha ormai eletto come la principale prospettiva di giudizio nei confronti di chi ci vive attorno. Quì invece primeggeranno udito, tatto, olfatto, e soprattutto il gusto, una dimensione alternativa dell’essere che vale la pena, almeno una volta, di sperimentare.La quota di partecipazione alla cena è stata fissata in euro 38. Per informazioni e prenotazioni si può scrivere a: darkevents@ipovedenti.it

 

 

INFO tel. 360 – 77.19.93

 

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE