Home » Sport » UN GRANDE RITORNO A PRAGELATO PER RACCHETTINVALLE
Nel decennale dei Giochi Olimpici Invernali

UN GRANDE RITORNO A PRAGELATO PER RACCHETTINVALLE

di ilTorinese pubblicato domenica 21 febbraio 2016

raccettinvalle 3

Una colorata e festosa sedicesima edizione di Racchettinvalle  a Pragelato, nel decennale dei Giochi Olimpici Invernali Torino 2006

La corsa-camminata con le racchette da neve o con le semplici scarpe da cross ha visto al via circa 400 protagonisti, non solo i grandi atleti delle corse in montagna, ma anche moltissimi amatori.

I corridori e camminatori di ogni età si sono cimentati in un percorso unico, alla portata di tutti. Numerose le famiglie che hanno deciso di trascorrere una domenica insieme, un po’ diversa dal solito, riscoprendo la bellezza di suggestivi paesaggi montani e provare, magari per la prima volta, le racchette da neve. Moltissimi i gruppi che hanno percorso gli otto chilometri, alcuni insieme ai loro amici a quattro zampe; tra questi il nordic-walking di Volpiano che grazie alla numerosa partecipazione si è aggiudicato un defibrillatore offerto della Progetti Medical. Ad animare la gara i Monelli Antonelliani, con le loro versioni scanzonate delle canzoni più famose e cantate.

Dal punto di vista agonistico gara in solitaria per il francese Stephane Ricard, che ha condotto la testa della corsa fin dai primi metri, raggiungendo subito la prima posizione e mantenendola fino al traguardo, che ha tagliato in 25’13’’.

Più animate le retrovie con un testa a testa per qualche chilometro tra Moreno Rossi e il bergamasco Flavio Ghidini. A spuntare la seconda posizione con un distacco su Ghidini di soli diciotto secondi, è l’atleta valsusino Rossi, che ha concluso la sua prova in ventisette minuti netti.

Tra le atlete, gara avvincente per la trentina Mirella Bergamo e la piemontese Francesca Bellezza. Ad avere la meglio la Bergamo, vincitrice già della scorsa edizione, che ha chiuso la sua prova in 32’07’’. Per Francesca Bellezza la seconda piazza e il traguardo in 32’37’’. A chiudere il podio l’atleta polacca, ma molto conosciuta nelle gare italiane, Katarzyna Kuzminska. Per lei il tempo di 36’23’’.

Tra i non competitivi una sicura promessa di appena 12 anni, Federico Ferrier, che ha tagliato il traguardo in poco meno di trenta minuti, piazzandosi al 13esimo posto assoluto.

Un premio speciale, voluto dal Comune di Pragelato, è andato al partecipante più anziano, Bruno Palmero classe 1936, che ha ricevuto una cornice scolpita da un artigiano locale.

Racchettivalle, tornata dopo tre anni a Pragelato, luogo in cui è nata nel 2000, ha chiuso un intenso week-end di eventi per il decimo anniversario di Torino 2006. L’appuntamento è già fissato per il prossimo anno e la città ha promesso un’edizione speciale ricca di novità e di eventi.