Home » prima pagina » Tributi locali, ecco cosa cambia per i torinesi. Novità per le tariffe dei bus
Il tradizionale biglietto urbano e quello suburbano non ci saranno più. In sostituzione il biglietto singolo per l' intera rete

Tributi locali, ecco cosa cambia per i torinesi. Novità per le tariffe dei bus

di ilTorinese pubblicato venerdì 16 febbraio 2018

Gli indirizzi tariffari per il 2018 dei tributi locali sono stati approvati dalla Giunta municipale.  Sono presenti alcune  agevolazioni e sgravi. In vista del Bilancio di previsione, le scelte dell’amministrazione passeranno al vaglio del consiglio comunale. Per quanto riguarda la Tari la spesa per i torinesi sarà di 205 milioni e 892mila euro, con un calo di circa 900 mila euro rispetto allo scorso anno. Per le utenze domestiche ci sarà una riduzione media dello 0,8% e vengono mantenute le riduzioni per le famiglie a basso reddito pari a una fascia dal 40% al 15%  in base all’Isee, con uno sconto del 10% per i nuclei aventi più di quattro persone residenti in alloggi non oltre gli 80 metri quadri. E’ anche previsto uno sconto del 10% sulla parte variabile,  ai quartieri mostratisi virtuosi nella raccolta differenziata  Vanchiglia, Vanchiglietta, Madonna di Campagna, Villaretto. Novità anche per i trasporti. Il tradizionale biglietto urbano  e quello suburbano non ci saranno più. In sostituzione  il biglietto singolo  per l’ intera rete, al costo di 1,70 euro, valido per  100 minuti. Viene poi introdotto il biglietto Daily,  giornaliero, che farà risparmiare il 40% rispetto all’omologo precedente. Sarà valido  per corse illimitate in un giorno su tutta l’area urbana e suburbana, in metropolitana, su bus e tram a  3 euro invece dei 5 euro di oggi. Il carnet  Multi-daily da 17,50 euro è di 7 biglietti Daily, da usare anche non continuativamente per tutto il giorno su  tutti i mezzi di  tutta la rete.