Home » ECONOMIA E SOCIALE » Trasporto disabili: i lavoratori non perderanno il posto
59 dipendenti per i quali era stata avviata la procedura di licenziamento collettivo

Trasporto disabili: i lavoratori non perderanno il posto

di ilTorinese pubblicato mercoledì 24 aprile 2019

La parola fine sembra essere stata messa sulla vicenda dei  dipendenti Tundo, che non perderanno il posto di lavoro allo scadere del servizio in corso ma saranno impiegati presso le altre aziende vincitrici del bando. Nella sede dei Servizi educativi del Comune di Torino si è svolto un incontro tra amministrazione municipale, sindacati e rappresentanti delle tre ditte aggiudicatarie del bando per il trasporto disabili: Tundo (per la parte trasportistica), Ghi.Me (per la gestione amministrativa) e Aet (per l’assistenza). La decisione è quella di prorogare l’attuale gestione fino a fine anno scolastico per permettere alla nuova struttura organizzativa di essere pronta per settembre. Alla ditta Tundo, dei 59 dipendenti per i quali era stata avviata la procedura di licenziamento collettivo, resteranno i 21 autisti, mentre i 36 accompagnatori saranno riassorbiti dalla coop. Aet e i due impiegati saranno assunti dalla ditta Ghi.Me, applicando la clausola sociale prevista dal bando. L’accordo è stato sottoscritto insieme ai sindacati e a breve sarà convocato l’Osservatorio per il trasporto dei disabili,  per il monitoraggio del servizio, composto da rappresentanti del Comune e dal Comitato genitori di bambini disabili, per presentare la nuova tipologia di servizio.

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE