Home » prima pagina » Torre di Fuksas, la procura apre un’inchiesta: perquisizioni negli uffici della Regione
TRA I SEI INDAGATI ANCHE ALCUNI FUNZIONARI REGIONALI: TURBATIVA D'ASTA. IN AUTUNNO SI TRASFERIRANNO NEL GRATTACIELO TUTTI I DIPENDENTI

Torre di Fuksas, la procura apre un’inchiesta: perquisizioni negli uffici della Regione

di ilTorinese pubblicato venerdì 13 febbraio 2015

palazzo regione

grattacielo regioneLe Fiamme gialle vogliono fare luce sulla regolarità delle procedure con cui la Regione Piemonte ha aggiudicato la gara e ha approvato una variante del progetto

 

Dopo i rilievi mossi dalla Corte dei Conti anche la procura di Torino ha aperto un fascicolo sulla costruzione del grattacielo di Massimiliano Fuksas al Lingotto, destinato ad ospitare gli uffici della Regione Piemonte. Sarà la sede unica dell’apparato regionale che, fino ad oggi, contava una dozzina di sedi sparse per la città. I dipendenti dovrebbero entrare nel nuovo grattacielo in autunno.

 

La guardia di finanza ha effettuato perquisizioni in alcuni uffici regionali, nelle abitazioni private degli indagati e in diversi studi professionali. Le Fiamme gialle vogliono fare luce sulla regolarità delle procedure con cui la Regione Piemonte ha aggiudicato la gara e ha approvato una variante del progetto. All’esame dei finanzieri anche la regolarità dei subappalti. Sono sei gli indagati, tra i quali alcuni funzionari regionali, per turbativa d’asta.

 

(Foto: il Torinese)