Home » TRIBUNA » TESSERA TRASPORTI DISABILI: DANNO E BEFFA
Entrerà in vigore il prossimo anno precisamente il 1° febbraio in sostituzione della tessera gialla

TESSERA TRASPORTI DISABILI: DANNO E BEFFA

di ilTorinese pubblicato mercoledì 30 dicembre 2015

busInterrogazione urgente del Consigliere Regionale Alfredo Monaco (Rete Civica)  rivolta all’assessore Francesco Balocco, sulla nuova tessera per i trasporti disabili (Bip) 

 

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO 

 

I portatori di handicap hanno ricevuto in questi giorni una lettera dell’Assessorato ai trasporti in cui si chiede loro un complesso sistema per il rinnovo della tessera e il pagamento di 15 euro per il rilascio della smart card Bip (biglietto integrato Piemonte).

 

Nella lettera, ci si riferisce al “contenimento dei costi” che “serviranno comunque ad   implementare servizi al mondo della disabilità”: oltre ai 15 euro di versamento, occorre aggiungere il costo del bollettino postale stesso – unico mezzo di pagamento previsto – e il costo di fotografie a colori e spese di spedizione.

 

Inoltre, il beneficiario deve avere una connessione internet ed una discreta abilità alla navigazione online. Infine, si carica di un costo il beneficiario di una agevolazione sociale, cioè si tratta di un ossimoro.

 

Dichiara il Consigliere Regionale Alfredo Monaco: “Per questo nell’interrogazione che ho predisposto, chiedo all’Assessore di specificare nel dettaglio la genesi dei costi della smart card e quali strumenti sono stati adottati per definirne il miglior costo di mercato. Chiedo di specificare quali ragioni e modalità tecniche hanno nei fatti caricato di un ulteriore costo una categoria per la quale si è operata una scelta di sostegno. E naturalmente chiedo quali misure si intendono adottare per rimuovere un costo che appare ingiusto e mortificante verso le persone diversamente abili eventi diritto”.