Home » prima pagina » Città violenta, tabaccaio ammazzato di botte in via Veglia
AGGRESSIONE BRUTALE NELLA PERIFERIA TORINESE

Città violenta, tabaccaio ammazzato di botte in via Veglia

di ilTorinese pubblicato giovedì 11 dicembre 2014

carabinieri xx

L’omicida si è probabilmente voluto vendicare di un affronto subito

 

Una violenza assurda e brutale è la causa della morte di un tabaccaio di 57 anni. Il suo nome è Enrico Rigollet, picchiato a morte da un cliente, Giuseppe Cerasa di 38 anni, anche se saranno le indagini a scoprire se è morto per le percosse o per un malore causato dallo choc subito. Il tragico episodio è avvenuto a Torino in via Veglia, lunga arteria periferica della metropoli. L’aggressore è stato arrestato dai carabinieri. Pare che il Cerasa si sia  presentato nel pomeriggio in tabaccheria dove, a causa del suo comportamento non gradito,  era stato allontanato dal titolare e dal fratello. Sembra che l’uomo sia successivamente tornato per vendicarsi dell’affronto. Così,  dopo un aspro scontro verbale è passato alle percosse.