Home » Brevi di cronaca » Successo e applausi per la pattinatrice Giada Russo in piazza Solferino
TORINO 2006 DIECI ANNI DOPO

Successo e applausi per la pattinatrice Giada Russo in piazza Solferino

di ilTorinese pubblicato domenica 21 febbraio 2016

pattini3E’ stata intervistata in piazza Solferino dalla giornalista di ArtOnIce Barbara Castellaro in occasione del decennale delle Olimpiadi invernali 

 pattini1

Grande successo per Giada Russo, la diciottenne torinese pluricampionessa di pattinaggio, intervistata in piazza Solferino dalla giornalista di ArtOnIce Barbara Castellaro in occasione del decennale delle Olimpiadi invernali di Torino 2006. Un partecipato incontro pubblico, al quale ha preso parte il presidente della Federazione piemontese degli sport su ghiaccio, Marco Bellion. Giada Russo, considerata dalla grande Carolina Kostner come la sua “naturale erede”, ha vinto il titolo italiano nel 2014 e si è riconfermata campionessa italiana nel 2015, proprio al Palavela di Torino.  I programmi di quest’anno sono  il burlesque “Big spender” per lo short program e “Red violin” per il free program. Il free è giocato su atmosfere gotiche e dark, con una coreografia elaborata edpattini2 originale, creata da Edoardo De Bernardis, che è stata apprezzata dalla grande Tatiana Tarasova durante i Campionati Europei di Bratislava. Sul maxischermo di piazza Solferino, mentre Giada Russo dialogava con Barbara Castellaro scorrevano le immagini dello short del 2014/2015 pattinato su “Carmen” interpretata dalla Callas e quelle del nuovo   “Big Spender”. Superfluo dire che gli applausi sono stati tanti e ripetuti per questo giovane talento che sta già regalando importanti soddisfazioni allo sport italiano.