Home » vetrina11 » String Box e BookingAble.com: turismo aperto alle persone con disabilità
LIBERO ACCESSO

String Box e BookingAble.com: turismo aperto alle persone con disabilità

di ilTorinese pubblicato giovedì 3 dicembre 2015

reale disabiliLe due nuove realtà, che si ispirano rispettivamente allo Smart Box e al celebre sito Booking.com sono state annunciate dal “Settore Turismo Per Tutti” della Cpd (Consulta per le Persone in Difficoltà onlus) in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità 

 

 

Lo String Box è il primo Smart Box pensato per turisti con disabilità e con altre esigenze specifiche (qui il video di presentazione: https://youtu.be/KoRqEMgKhkA). L’attività di cooperazione transnazionale tra 12 organizzazioni di 7 Paesi differenti ha sviluppato proposte turistiche accessibili a tutti. Da oggi, anche chi presenta esigenze specifiche può quindi lasciare da parte le preoccupazioni e godersi le proprie vacanze, sfruttando percorsi turistici creati su misura in collaborazione con esperti Tour Operators. Le destinazioni proposte sono Piemonte in Italia, Avila in Spagna e Sozopol in Bulgaria, ognuna delle quali presenta soluzioni di tour enogastronomici, attività all’aria aperta e visite culturali. Per maggiori informazioni sarà possibile consultare a partire dal 3 dicembre il sito www.stringbox.eu.

 

Lo String Box è stato realizzato grazie a String (Smart Tourist Routes for Inclusive Groups), un progetto della CPD (Consulta per le Persone in Difficoltà Onlus) vincitore del bando EU Call for Proposals 102/G/ENT/PPA/13/51. String è realizzato in partenariato con Regione Piemonte e Fondazione CRT (Italia), EFC European Foundation Centre (Belgio), Fondacion ONCE (Spagna), Sozopol Foundation (Bulgaria) e ben 6 Tour Operator specializzati in turismo accessibile: Akita Tour SAS (Italia), Dena Travel (Spagna), Sozopol-Tour (Bulgaria), Accessible Portugal (Portogallo), Weitsprung-reisen (Germania) e ChrisTravel (Danimarca).

 

BookingAble.com, che sarà online a partire da inizio 2016, è un portale che prende come modello il celebre Booking.com, con l’obiettivo di creare un sistema di prenotazione on line con informazioni dettagliate, aggiornate e affidabili sull’accessibilità, in modo da consentire ai viaggiatori con disabilità la possibilità di prenotare direttamente on line camere, soggiorni e servizi turistici con garanzie di buona fruibilità. BookingAble.com presenta una conoscenza dettagliata delle strutture ricettive selezionando le informazioni collegate alla propria disabilità/necessità; offre formazione e assistenza alle strutture ricettive al fine di offrire un’accoglienza adeguata oltre a presentare informazioni utili sul territorio ed assistenza turistica telefonica sull’accessibilità del territorio per i viaggiatori che prenotano attraverso il portale. Il territorio del Piemonte è stato selezionato quale primo campo d’azione di questa nuova esperienza. BookingAble.com è un progetto finanziato dalla Fondazione CRT e realizzato da IsITT (Istituto italiano per il Turismo per Tutti), in collaborazione con il Settore Turismo per Tutti della CPD e il Tour Operator Stile Divino Travel.

 

“È necessario che tutte le persone abbiano le stesse opportunità di visitare e di conoscere il nostro Paese – ha detto il Segretario Generale della Fondazione CRT Massimo Lapucci -. Per questo abbiamo sostenuto la realizzazione, per la prima volta in Italia, delle due piattaforme digitali StringBox e BookingAble, che offrono servizi innovativi per le persone con disabilità nell’ottica di un turismo realmente accessibile a tutti. Un obiettivo raggiunto grazie al partenariato europeo che ci vede protagonisti e all’impegno della Consulta per le Persone in Difficoltà: annunciare questo risultato oggi, nella Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, è doppiamente significativo”.

 

Due iniziative quindi che si propongono di migliorare la condizione in cui si trovano i viaggiatori con disabilità nell’organizzazione della propria vacanza. Oggi a causa della scarsa competenza degli operatori e della frammentarietà delle informazioni sull’accessibilità tali viaggiatori avvertono spesso difficoltà nella progettazione e realizzazione di esperienze turistiche.

 

I turisti con disabilità rappresentano oggi un potenziale mercato di tutto rispetto che non può più essere trascurato o sottovalutato. Nei paesi europei le stime parlano di quasi 50 milioni di “viaggiatori con disabilità” pari al 30% delle persone con disabilità. Se si considerano anche anziani, persone con disabilità temporanea, famiglie con bambini e persone con esigenze alimentari si arriva a 145 milioni di turisti con esigenze specifiche. I numeri crescono ancora se si pensa che anche i turisti con disabilità, come tutti, viaggiano in compagnia di parenti e amici, elemento che porta a stimare una domanda potenziale di circa 290 milioni di persone per un indotto stimato in 185 miliardi di Euro. Considerate le statistiche, i viaggiatori con disabilità diventano sempre più un target di riferimento alle cui esigenze il sistema turistico deve saper rispondere in modo efficace. Tuttavia gli sviluppi degli ultimi anni, tra cui anche l’evoluzione tecnologica che modifica il rapporto con la vacanza e con l’organizzazione della stessa, non sono ancora riusciti a colmare il divario tra la voglia di vacanza dei turisti con disabilità e il labirinto di dubbi  e difficoltà che caratterizza l’organizzazione di un viaggio accessibile.

 

Ed è proprio in questo solco che si collocano String Box e BookingAble.com, con l’obiettivo di andare a colmare questo vuoto e segnare un primo passo verso un percorso che renda il turismo sempre più accessibile, fornendo nuovi strumenti che rendano il viaggiatore con disabilità finalmente autonomo nel pieno rispetto delle pari opportunità.

 

SUL WEB: www.stringbox.euwww.cpdconsulta.itwww.isitt.it