Home » LIFESTYLE » Stretching-shiatsu e hammam al Parco della Certosa di Collegno
Domenica 25 novembre

Stretching-shiatsu e hammam al Parco della Certosa di Collegno

di ilTorinese pubblicato giovedì 22 novembre 2018

Con Matteo Parigi ed il metodo Vitalyty

 

Il Parco della Certosa di Collegno rappresenta l’ambiente ideale per una giornata dedicata allo Stretching-shiatsu, guidati da Matteo Parigi, che proporrà domenica 25 novembre la terza edizione di una sessione che affianca a questa pratica anche una pausa rilassante presso l’hammam. Lo Stretching-shiatsu shiatsu o Stretching dei meridiani rappresenta un insieme di tecniche ideate dal maestro Shizuto Masunaga per consentire ad ognuno di lavorare sui meridiani corporei, anche in momenti diversi dal trattamento shiatsu vero e proprio. Si tratta di movimenti fisici molto facili, basati sul concetto che con lo stretching ed il rilassamento successivo ad esso si ottengono la liberazione di energia ( ki) ed il rilascio delle tensioni. Questi esercizi, infatti, portano in tensione i meridiani e permettono di liberare l’energia eventualmente accumulata, consentendo di porsi in ascolto del proprio corpo, accettando i limiti del momento e gustando il piacere di compiere i singoli movimenti. Matteo Parigi ha adottato un metodo di rilassamento corporeo che ha definito Vitalyty. Presso la Certosa di Collegno dalle 9 alle 11 di domenica 25 novembre si terrà la prima sessione di Stretching shiatsu per principianti ed esperti, cui seguirà il pranzo Vitalyty con prodotti biologici a km zero; dalle 14 alle 15 avrà luogo la passeggiata meditativ e dalle 15 alle 18 il rituale dell’hammam presso Villa Khamsa. La tradizione dell’hammam, che in arabo significa “fonte di calore”, si richiama anche nei racconti orientali, come nelle “Mille e una notte”, ai rituali di purificazione e detersione del corpo attraverso il calore, pratica già in uso presso la cultura egizia e quella greca. La tradizione orientale del bagno turco si è affermata grazie anche all’influenza delle terme romane. L’hammam si concentra in tre ambienti essenziali, il vestibolo (camekan), una sala tiepida ed una più calda (harara), dove il vapore acqueo satura l’ambiente, portandolo ad una temperatura compresa tra i 45 e i 60 gradi, con un tasso di umidità pari al 90/95 per cento. Il ritrovo per la giornata del 25 novembre è previsto alle 8.45 presso il parcheggio di corso Palestro angolo via Torino, nel parco generale della Chiesa della Certosa.

 

Mara Martellotta

 

Per informazioni ed iscrizioni Tel a Matteo Parigi: 3393916255.

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE