Home » prima pagina » Titoli di coda al Museo del Cinema, Nespolo sbatte la porta e se ne va
DIMISSIONI ALLA MOLE DOPO MESI DI POLEMICHE E VELENI. L'ASSESSORE PARIGI: "TROPPE TENSIONI E DIVERGENZE"

Titoli di coda al Museo del Cinema, Nespolo sbatte la porta e se ne va

di ilTorinese pubblicato lunedì 22 dicembre 2014

best actress

Un revisore dei conti si era già dimesso per problemi legati al bilancio

 

La notizia era nell’aria da tempo. L’artista Ugo Nespolo si è dimesso da presidente del Museo Nazionale del Cinema. Tante le polemiche per le difficoltà economiche della fondazione. Come si usa oggi, tra un fidanzato e la sua ex-amata si è congedato con una mail inviata ai consiglieri del Museo. Un sms sarebbe stato poco elegante.

 

L’assessore alla Cultura della Regione Piemonte, Antonella Parigi fa notare che da tempo esistevano visioni divergenti ai vertici del Museo  della Mole e che si respirava un clima di tensione. Un revisore dei conti si era già dimesso, per problemi legati al bilancio.

 

E i bene informati parlano di diversità di vedute incolmabili tra Nespolo e il direttore Barbera. Il sindaco Fassino ha  comunque garantito la piena operatività del Museo. Dopo aver firmato il gianduiotto Caffarel, dolcezza tutta torinese, a Ugo Nespolo resta l’amarezza di questa sofferta decisione. Ma il bello deve ancora venire, non appena ci sarà la resa dei conti, quelli economici.

 

(Foto: il Torinese)