Home » Brevi di cronaca » Stalker in carcere. Prendeva a calci e pugni la porta dell’ex compagna
La loro relazione si era conclusa lo scorso mese dopo più di dieci anni

Stalker in carcere. Prendeva a calci e pugni la porta dell’ex compagna

di ilTorinese pubblicato sabato 16 marzo 2019

A Torino è finito in manette un giovane stalker. Infatti, un uomo di 35 anni nato in Marocco è stato arrestato dagli agenti della Polizia di Stato per il reato di stalking ai danni della sua ex compagna. La donna, esasperata, aveva chiamato la Polizia perché non riusciva a fargli togliere il dito dal citofono e a farlo smettere di dare continui calci e pugni alla porta dell’abitazione. E’ accaduto domenica mattina, quando l’ex ha visto il chiavistello della porta inserito ha perso il controllo. La loro relazione si era conclusa lo scorso mese dopo più di dieci anni caratterizzati da comportamenti violenti e minacce per futili motivi nonché continue e immotivate richieste di denaro. In passato sotto l’effetto dell’alcol aveva spaccato televisori, tavoli, piatti e bicchieri lanciandoli contro i muri. La donna, nonché mamma di tre bambini, aveva dato la possibilità al padre di vedere i suoi figli, ma puntualmente si presentava alle visite ubriaco e permaneva in casa contro la sua volontà.

M.Iar

 

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE