Home » LIFESTYLE » Sport e svago alla Traversata a nuoto del lago di Viverone
Circuito Nobile dei Laghi

Sport e svago alla Traversata a nuoto del lago di Viverone

di ilTorinese pubblicato domenica 5 agosto 2018

Nella splendida cornice del Lago di Viverone, sabato 4 Agosto ha avuto luogo la 49esima edizione de La Traversata a Nuoto del Lago, che giunge alla ottava edizione inserita nel circuito “Nobile dei Laghi” rientrando così nelle 10 traversate più importanti d’Italia.

Piero Sarasso, Presidente dell’ASD Lago di Viverone, con Didier Xhaet del Club Lac Soleil portano avanti questa tradizione che ormai ha un carattere nazionale, senza però dimenticare il principio amatoriale dell’evento. Sarasso ricorda che anche questa edizione è stata veramente un grande successo, grazie alla giornata bellissima per il clima, ma soprattutto grazie alla collaborazione dello Staff, dell’Ente di Promozione allo Sport CSAIN, degli Enti Pubblici, della Croce Rossa Italiana e della Protezione Civile locale e di Biella e di loro, i partecipanti. E’ stato possibile garantire una giornata di sport e svago, assicurando la massima tranquillità ai partecipanti ed agli ospiti grazie all’adeguato supporto alla sicurezza del nuotatore e al divieto di navigazione per le due ore di gara. La tradizione di un luogo ne garantisce la memoria storica, ed in questi momenti è necessario ricordare la tradizione che, però, cresce e si consolida negli anni. Alle ore 14,30, in attesa del segnale di “via”, i partecipanti circondavano il Molo di Anzasco, godendosi la bellissima e caldissima giornata di sole e concentrandosi sulla gara. In pochi secondi, le prime bracciate hanno affrontato un lago increspato e con corrente contraria sino a meta’ percorso. I primi atleti si sono subito distinti per capacità distanziandosi dal gruppo. Si sono registrati 84 atleti iscritti, il ritmo della gara è stato davvero elevato malgrado non si sia battuto il record.Il primo classificato ad aver toccato la riva del Lac Soleil ( anche quest’anno un sistema elettronico di microchip ha portato un segno di alta professionalità alla competizione) , nella categoria maschile, è stato Stefano Antogioli che ha percorso il tratto di lago in 44’56’’, il secondo Sergio Galeone in 46’02”, terzo Luca Panizza; la prima classificata categoria femminile, è stata Vatilde Bona in 53’02’’. Unico intoppo in una giornata all’insegna dello sport e divertimento, quando un partecipante ha accusato un malore ed è stato soccorso prontamente dagli operatori del 118 e dagli equipaggi preposti al salvamento. E’ stato trasportato in ospedale per i controlli. Lo slogan: “Acque libere e Nuoto per tutti!” ha trovato in Viverone il massimo della sua espressione “Le traversate a nuoto in acque libere stanno diventando un appuntamento ormai presente in tutti i laghi e per Viverone deve rappresentare un momento di incontro dove competizione, solidarietà, storia e tradizione di una comunità si fondono da 49 anni” ribadisce Piero Sarasso che, al tempo stesso riconosce l’importanza dell’inserimento nel circuito “Nobile dei Laghi” per dare visibilità ai luoghi e a quasi mezzo secolo di competizioni a bracciate in questo lago. Un ringraziamento particolare da parte degli organizzatori agli sponsor che, anche quest’anno con la loro adesione, il loro supporto con i premi hanno permesso di arricchire la manifestazione: Momo Bevande di Santhià, Cantina Monte Cillario , Boroli e Lauretana.

***

Tutte le classifiche sono pubblicate sul sito www.asdlagodiviverone.it