Home » Brevi di cronaca » Sommozzatori nel laghetto della Falchera. Si cerca il corpo di un uomo
Vittima di un regolamento di conti?

Sommozzatori nel laghetto della Falchera. Si cerca il corpo di un uomo

di ilTorinese pubblicato lunedì 19 dicembre 2016

vigili-fuoco-subLe acque del laghetto della Falchera, alla periferia di  Torino vengono scandagliate in queste ore dai sommozzatori dei vigili del Fuoco  nell’ambito delle indagini relative alla scomparsa di Moncilo Bakal, detto Momo, il bosniaco di 44 anni scomparso lo scorso 24 luglio da Mappano di Borgaro. L’ex compagna, dopo essersi rivolta ai carabinieri  per denunciare la scomparsa ha fatto ritorno a Locri, in Calabria, suo paese d’origine. Si sospetta che l’uomo, un ex militare che lavorava in un magazzino di materiale per l’edilizia a Settimo Torinese, possa essere stato ucciso per un regolamento di conti. Durante  una perquisizione a suo carico  sono state trovate alcune auto rubate e materiale edile  di cui era stato denunciato il furto.

 

(Foto: archivio Vigili del Fuoco Torino)