Home » prima pagina » La sicurezza della Sindone garantita anche da un contingente di 200 civich
LA FORZA TEMPORANEA DELLA POLIZIA LOCALE SARA' COSTITUITA DA AGENTI PROVENIENTI DAI COMUNI DI TUTTO IL PIEMONTE E AFFIANCHERA' ESERCITO E FORZE DELL'ORDINE

La sicurezza della Sindone garantita anche da un contingente di 200 civich

di ilTorinese pubblicato giovedì 9 aprile 2015

esercito 2 militari

Per contrastare eventuali “lupi solitari” del terrorismo internazionale e possibili azioni dimostrative da parte di gruppi anarchici-antagonisti

 

L’allarme lanciato nei giorni scorsi dai servizi segreti italiani riguarda la possibilità di attentati da parte di “lupi solitari” del terrorismo internazionale e possibili azioni dimostrative da parte di gruppi anarchici-antagonisti. L’ostensione della Sindone – insieme con l’Expo milanese e l’anno santo romano – è certamente un evento tale da destare preoccupazioni. Il direttore dell’Aisi (agenzia informazioni e sicurezza interna), Arturo Esposito, ha dichiarato che l’attenzione dell’intelligence è elevata sugli eventi che nei prossimi mesi porteranno in Italia milioni di visitatori. La Prefettura di Torino è già al lavoro per garantire la sicurezza dei pellegrini e dei torinesi. Oltre ai contingenti della Taurinense, che da tempo presidiano gli obiettivi sensibili e alle forze dell’ordine, in occasione della visita che Papa Francesco effettuerà il 20 e 21 giugno a Torino sarà costituita una forza temporanea di circa 200 operatori di Polizia locale di vari Comuni piemontesi.

 

 

Una delibera della Giunta regionale, approvata su proposta dell’assessore alla Polizia locale, Giovanni Maria Ferraris, consentirà al Comando di Polizia locale del Comune di Torino di coordinare e garantire gli interventi che si renderanno necessari sul territorio, in particolar modo quelli relativi alla viabilità ed alla sicurezza. L’intesa ripete le esperienze più che positive già sperimentate in occasione delle Olimpiadi Invernali di Torino 2006 e dell’80a. Adunata nazionale degli Alpini di Cuneo nel 2007. “Un atto di virtuosa collaborazione tra la Regione e gli enti locali – commenta l’assessore Ferraris – soprattutto considerando che la visita del Santo Padre porterà a Torino milioni di visitatori. Gli operatori del contingente, cui vanno fin da ora il mio apprezzamento per la disponibilità e il mio personale ringraziamento, saranno prevalentemente impiegati per servizi relativi alla polizia stradale ed al controllo delle attività commerciali, garantendo un importante e necessario supporto“.

 

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE