Home » vetrina11 » Si riaccende la passione del libro con “Torino che legge”
. Da lunedì 18 a domenica 24 aprile

Si riaccende la passione del libro con “Torino che legge”

di ilTorinese pubblicato domenica 17 aprile 2016

L’edizione 2016, che vede rafforzata la presenza dei quartieri, è una delle azioni previste da Tutta mia la città, un progetto della Città di Torino che ha come obiettivo principale la valorizzazione di realtà, aree e spazi particolarmente strategici nell’opera di riqualificazione delle periferie

TORINO LIBRI 2 LEGGE

Torino accende la passione per il libro. Da lunedì 18 a domenica 24 aprile  torna Torino che legge, manifestazione organizzata dalla Città di Torino con le sue Circoscrizioni eBiblioteche civiche e dal Forum del Libro, in collaborazione con la Fondazione per la Cultura Torino e con il sostegno del Brand Lancia di Fiat Crysler Automobiles e Intesa Sanpaolo.

L’edizione 2016, che vede rafforzata la presenza dei quartieri, è una delle azioni previste da Tutta mia la città, un progetto della Città di Torino che ha come obiettivo principale la valorizzazione di realtà, aree e spazi particolarmente strategici nell’opera di riqualificazione delle periferie. Come spiega il Sindaco Piero Fassino: «Torino che legge è un’occasione preziosa per valorizzare la vivacità e il fermento del tessuto culturale e per raccontare, attraverso le voci degli autori e le parole dei libri, non solo la geografia fisica di quartieri della città meno conosciuti ma nuove identità su cui scommettere il futuro».

Ad arricchirne la proposta culturale, oltre alle iniziative in programma sull’intero territorio cittadino, saranno anche le manifestazioni Barriera che leggeLeggerMenteLIBERinbarrieraLibri in corso e Pericentrica, connotate da un forte radicamento territoriale.

Torino che legge coinvolge un’ampia rete di soggetti pubblici e privati, attivi nella filiera del libro, fra cui la Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, il Circolo dei Lettori, la Scuola Holden, il Museo della Scuola e del Libro per l’Infanzia: un grande laboratorio cittadino sulla lettura, che getta basi costruttive per proseguire la collaborazione in modo continuativo.

 TORINO LIBRI

Ricco il programma di questa seconda edizione, che vedrà alternarsi reading, incontri con l’autore, dibattiti, conferenze e iniziative dedicate al libro e alla lettura, dal centro alle periferie, con centinaia di appuntamenti in: 21 biblioteche, 52 librerie, 60 scuole, case del quartiere, 40 fra enti, fondazioni, associazioni e circoli, metropolitana, tram storico, piazze e giardini.

Fra i numerosi ospiti, martedì 19 aprile si segnala il gradito ritorno a Torino di Claudio Magris, alle ore 18.00 nell’Aula Magna della Cavallerizza Reale e diBianca Pitzorno, alle 21.00 presso la Libreria Il ponte sulla Dora e la presenza il 23 aprile nella sala conferenze dell’Oratorio di San Filippo di Marcello Fois, alle ore 10.00 e di Antonio Moresco, alle ore 18. Molteplici le iniziative dedicate a Miguel de Cervantes e William Shakespeare, nei quattrocento anni dalla loro morte, in collaborazione con l’Istituto Cervantes di Milano e il British Council di Roma, a Guido Gozzano, Piero Gobetti e a Natalia Ginzburg, con la passeggiata letteraria del 23 aprile alle 10.30, curata da Alba Andreini e condotta da Claudio Panella (prenotazioni: passeggiateletterarie@gmail.com).

Clou di Torino che legge, l’iniziativa Una ROSA di libri. Portici di carta per Sant Jordi, in programma sabato 23 aprile in Piazza San Carlo e presso l’Oratorio di San Filippo Neri (Via Maria Vittoria 5), in occasione della Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore istituita dall’Unesco, che vedrà coinvolti tutti i soggetti che hanno collaborato alla settimana letteraria.

culicchia 2Nell’occasione, i librai animeranno la piazza con le loro bancarelle colorate e offriranno una rosa rossa a chi acquisterà un libro, in omaggio alla tradizione catalana del 23 aprile, festa patronale di Sant Jordi, che vede scambiarsi simbolicamente in dono libri e rose, trasformando i portici in una grande libreria a cielo aperto, una piccola “rambla” sotto la Mole in cui passeggiare, incontrare scrittori, assistere a performance. Anche alla Biblioteca civica Centrale (via della Cittadella 5, ang. corso Palestro), verrà donata una rosa alle signore che effettueranno un prestito di libri. La Sala Conferenze dell’Oratorio vedrà alternarsi, dalle 10 alle 20, incontri con l’autore, premiazioni dei “lettori forti” delle Biblioteche civiche torinesi e dei vincitori dei Concorsi Leggilo perché e Booktrailer e la proiezione del film “Vento. L’Italia in bicicletta lungo il fiume Po”.

Ad accompagnare la giornata, i Flashmob di Sant Jordi, a cura del Liceo Germana Erba del Teatro Nuovo di Torino – Coreutico, Scenografico, Teatrale e le letture sul tram storico e in metropolitana, in collaborazione con Biblioteche civiche torinesi, GTT, ATTS – Associazione Torinese Tram Storici, Concorso letterario nazionale Lingua Madre e O.D.S. – Operatori Doppiaggio e Spettacolo.

Particolarmente significativa è anche la presenza delle scuole, grazie alla collaborazione con il MIUR – Direzione Scolastica Regionale per il Piemonte e con Torino Rete Libri. Oltre sessanta istituti di ogni ordine e grado, parteciperanno con iniziative e attività di lettura ad alta voce nelle classi e all’aperto, gestite direttamente dagli studenti: flashmob, letture musicate e teatralizzate, seminari, convegni per famiglie, insegnanti e cittadini.

Programma completo sul sito www.torinochelegge.it     

Info – Biblioteche civiche torinesi: tel. 011 01129847/54  – Forum del Libro: tel. 011 19923177

www.torinochelegge.it ;  settimanaletturatorino@gmail.com