Home » Brevi di cronaca » Si amplia il controllo del vicinato nel Torinese
A GASSINO E MORIONDO

Si amplia il controllo del vicinato nel Torinese

di ilTorinese pubblicato domenica 8 maggio 2016

vicinato iarSi amplia il Controllo del Vicinato nella Città Metropolitana. Recentemente si sono svolti due incontri, uno nell’area della Collina Po, l’altro nel Chierese, con l’intervento del referente per la Città Metropolitana di Torino, Ferdinando Raffero. Particolamente positivo è stato l’esito di quello che si è svolto a Gassino, introdotto dal sindaco Paolo Cugini, che ha interessato gli abitanti di alcune aree del centro storico, con la presenza – dato significativo ed assolutamente positivo – di un’ottantina di persone, e del comandante della stazione dei carabinieri locale e della polizia locale. Utilizzando slides incentrate sull’argomento e parlando a braccio, Raffero ha spiegato il modello che è ormai adottato in diverse regioni italiane e che in Piemonte è diffuso con oltre trenta gruppi di cittadini ed in più di venticinque città e paesi, tra cui Asti, Chieri e San Mauro Torinese. Il secondo incontro si è svolto, invece, venerdì sera a Moriondo Torinese, con la partecipazione di una sessantina di persone, introdotto dal sindaco Giuseppe Grande.

Massimo Iaretti