Home » TRIBUNA » Sel: “troppe case senza famiglie, troppe famiglie senza casa”
INIZIATIVE IN COMUNE E REGIONE

Sel: “troppe case senza famiglie, troppe famiglie senza casa”

di ilTorinese pubblicato venerdì 23 ottobre 2015

Sinistra Ecologia Libertà: “Servono reddito e casa. Servono un tetto, acqua, cibo, luce, non camionette e divise antisommossa”

 

aurora poliziaGiovedì alle 8, 45 alcune camionette della polizia hanno chiuso via Giacinto Collegno e gli agenti sono entrati nel palazzo del n. 37, occupato venerdì scorso da diverse persone (una quarantina in tutto) fra cui molti bambini. I quattro piani dello stabile erano vuoti da 18 anni. “La città non può lavarsi le mani sostenendo di non essere a conoscenza di queste operazioni. Se fosse così credo che il Sindaco debba immediatamente chiedere al Prefetto di cambiare strategia e una moratoria sugli sfratti. Se così non fosse, non si possono affrontare questioni tanto delicate con l’uso della forza. Le palestre non sono soluzioni degne ad ospitare famiglie con minori” ha dichiarato Michele Curto, capogruppo di SEL in Comune.

 

“Come chiesto più volte da SEL in Consiglio comunale e regionale, servono misure che rendano immediatamente disponibili luoghi abbandonati per dare risposte agli sfrattati che non accedono alle case popolari e ai programmi di social housing” dichiara Maurizio Trombotto, consigliere comunale di SEL.

 

“Sfrattare famiglie con bambini senza offrire delle soluzioni alternative, come sta avvenendo a Torino e a Bologna, è un gesto che rompe il binomio legalità etica. Vorrei un Sindaco che, in una situazione di emergenza abitativa che non accenna a recedere, proponga soluzioni immediate ispirate al principio della solidarietà, non certo a quello dell’ordine. Le foresterie delle Caserme sono ancora vuote? Non ci si può permettere di abdicare alle proprie responsabilità politiche mandando avanti le forze dell’ordine” sostiene Marco Grimaldi, capogruppo di SEL in Regione Piemonte.

 

Su iniziativa di SEL, dopo l’approvazione della mozione sul fondo Salvasfratti al Comune di Torino, la Regione a settembre del 2014 ha approvato il medesimo intervento, oltre a una legge sull’autorecupero di edifici ATC per sbloccare altre centinaia di alloggi. In questi mesi Sinistra Ecologia Libertà sta presentando in tutto il Piemonte la proposta di legge regionale sul reddito di autonomia per inoccupati, disoccupati, precari, sottoccupati e inabili al lavoro. Tuttavia serve uno sforzo maggiore: le città e la Regione devono impegnarsi a censire e rendere al più presto disponibili, per coloro che hanno subìto uno sfratto per morosità incolpevole, spazi di edilizia pubblica e privata. 

 

(Foto: archivio)