Home » CULTURA E SPETTACOLI » Seeyousound, ecco il Music Film Festival
INGEBORG HOLM è il film di apertura

Seeyousound, ecco il Music Film Festival

di ilTorinese pubblicato sabato 6 gennaio 2018

 

Sarà Ingeborg Holm, opera di Victor Sjöström considerata il primo film realista della storia del cinema, ad aprire la quarta edizione di SEEYOUSOUND International Music Film Festival, che si terrà a Torino dal 26 gennaio al 4 febbraio.

 L’EVENTO

L’opera svedese, film muto del 1913, sarà musicata dal vivo da un ensemble di artisti poliedrici in occasione della serata di venerdì 26 gennaio alle ore 21.00 presso la Sala 1 del Cinema Massimo, organizzata in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema. A dare suono alla pellicola saranno il chitarrista Corrado Nuccini, cantante e fondatore della band Giardini di Mirò, il cantautore e produttore Iosonouncane, ex membro degli Adharma, ed Enrico Gabrielli, polistrumentista, compositore e membro di diversi gruppi.

 

«Per la sonorizzazione di Ingeborg Holm – ha spiegato Corrado Nucciniho scelto di lavorare con Iosonouncane e Enrico Gabrielli perché ne apprezzo non soltanto la musica, ma l’attitudine e l’approccio. L’intenzione è portare in scena una trama musicale che renda giustizia alla bruciante attualità del social drama di Sjöström. Dal 1913 a oggi sono passati più di cento anni, ma non per le tematiche, quindi la musica sarà contemporanea: pulsazioni elettroniche, sintetizzatori, riverberi e delay, ma anche sassofoni e chitarre elettriche. Una trama sonora avvolgente dall’elettronica minimale all’ambient, passando per il post rock, un unico suono che ben si sposi con la pellicola».

 

 IL FILM

Ingeborg Holm, interpretata da Hilda Borgström, è la moglie di Sven. Insieme vivono a Stoccolma con i tre figli, ma quando il marito muore, la vita di Ingeborg precipita. Il loro negozio fallisce e la famiglia finisce sotto sfratto, i bambini vengono affidati ad altre famiglie e Ingeborg viene ricoverata. Diversi anni più tardi, il figlio maggiore cercherà la madre ormai fuori di sé per i troppi dolori sofferti.

L’opera è considerata una pietra miliare della cinematografia mondiale per la capacità di raccontare le emozioni, innovativa per l’epoca, e per le tematiche ancora oggi attuali. L’uscita della pellicola fu accompagnata dalle polemiche delle case di assistenza ai poveri, che si ritenevano diffamate dal film, fino a costringere il regista e lo sceneggiatore, Nils Krok, a discolparsi attraverso i giornali. Non riuscirono però a sminuire il valore del film che fu un vero e proprio successo a livello internazionale.

 

I MUSICISTI

 

Corrado Nuccini è chitarrista, cantante e fondatore della band Giardini Di Mirò. Dai primi anni 2000 ha realizzato 13 album e suonato in più di 1000 concerti in Italia e all’estero. Ha sonorizzato Il fuoco di Giovanni Pastrone e Rapsodia Satanica di Nino Oxilia. Col Centro Musica di Modena cura il corso “Soundtracks – musica da Film” e fa parte del progetto Cinema Misterioso.

 

Enrico Gabrielli è polistrumentista, arrangiatore, compositore, fulcro di innumerevoli progetti e collabora con svariati gruppi e musicisti, tra cui PJ Harvey, Afterhours, Mariposa, Mondo Cane, per circa 200 dischi in 15 anni di attività. Con i Calibro 35 ha rinverdito la memoria delle colonne sonore dei poliziotteschi anni Settanta.

 

Jacopo Incani, dopo l’esperienza con la band Adharma inizia a pubblicare come IOSONOUNCANE, pezzi interamente composti e suonati con loop e campionatori. Nel 2010 pubblica La Macarena Su Roma, mix di elettronica lo-fi, cantautorato classico e uno sguardo acuto sulla cronaca attuale. Segue DIE, affresco lirico, che racconta dell’uomo, di un uomo e una donna, archetipi immersi nella natura.

 

 

SEEYOUSOUND International Music Film Festival è organizzato dall’Associazione Choobamba in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema, con il supporto del Circolo dei Lettori e grazie al contributo di Fondazione CRT.

***

INFO: www.seeyousound.org | info@seeyousound.org

Venerdì 26 gennaio 2018, ore 21.00

Cinema Massimo – Sala 1

IV edizione 26 gennaio – 4 febbraio