Home » prima pagina » Se Fiat se ne va ci restano turismo e cultura
OGGI MUSEI GRATUITI IN CITTA'. BOOM DI VISITATORI AL POLO REALE E ALLA REGGIA DI VENARIA

Se Fiat se ne va ci restano turismo e cultura

di ilTorinese pubblicato domenica 3 agosto 2014

cc bimbipalazzo carignanocaravaggioPALAZZO MADAMA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A Torino +46% dei visitatori al circuito del Polo Reale e la Reggia di Venaria, con i suoi 700 mila visitatori l’anno, è il quinto monumento più visitato a livello nazionale

 

Verrebbe da dire che se Fiat abbandona Torino, la nuova “industria” su cui puntare per il rilancio di Torino è quella del Turismo e della Cultura.

 

Oggi, come ogni prima domenica del mese, l’ingresso ai musei torinesi sarà gratuito.  I dati relativi al primo mese di applicazione della “rivoluzione” del piano tariffario e degli orari d’apertura dei musei introdotta dal ministro Dario Franceschini confermano una crescita consistente del numero totale dei visitatori (200 mila in più), degli incassi (+700mila euro) e degli ingressi gratuiti (+100 mila). Le realtà museali di tutta Italia stanno ottenendo ottimi riscontri dalla nuova organizzazione  tariffaria, con le aperture prolungate il venerdì e le domeniche gratuite.

 

 L’agenzia stampa Omnimilano comunica che nei  252 musei, siti archeologici e monumenti statali di cui finora sono pervenuti i dati definitivi, nel mese di luglio si registra una crescita del 10,7% di pubblico e del 10,6% degli introiti, con un significativo apprezzamento dell’iniziativa del prolungamento serale degli orari del venerdì. Sono stati difatti 2.964.962 i visitatori in questi luoghi della cultura nel mese appena trascorso contro i 2.765.680 dello stesso mese del 2013, mentre gli incassi lordi ammontano in questo periodo a 12.154.256 euro contro gli 11.400.052 dello scorso anno. I visitatori che non hanno pagato il biglietto sono passati da 1.297.046 a 1.395.648.

 

Dunque nonostante il fatto che per gli over 65 l’ingresso è divenuto a pagamento, sono aumentati anche gli ingressi gratuiti, e di persone di tutte le età, grazie alla prima domenica del mese senza biglietto. Tra i risultati migliori si annoverano il +23,4% di pubblico e il +27,5 di incassi agli Scavi di Ostia Antica, il +46,6% di visitatori e il +28,6% di incassi alla Pinacoteca di Brera, il +67% di ingressi e il +82,4% di incassi al Palazzo Ducale di Mantova. Buone notizie anche per Torino, con il +46% dei visitatori al circuito del Polo Reale che comprende Palazzo Reale, le Gallerie Sabaude, le Armerie Reali.

 

Un successo che si abbina a quello della Reggia di Venaria che, con i suoi 700 mila visitatori l’anno, è il quinto monumento più visitato a livello nazionale.

 

Nel frattempo, la Fondazione Torino Musei annuncia di essere “aperta per ferie” in agosto. Inoltre, tutti i sabati, l’apertura verrà prolungata (18.30-22) al costo di 1 euro per le mostre temporanee di Palazzo Madama, GAM e MAO. Nella giornata di ferragosto, tariffa di 1 euro per tutti i musei. Il sabato aperture dalle 18.30 alle 22. Si potrà conoscere il mondo della cultura portoghese con “Julião Sarmento” alla GAM e “Tesori dal Portogallo” a Palazzo Madama, e giapponese con “L’incanto delle donne del mare” al MAO.

 

(Foto: il Torinese)