Home » ECONOMIA E SOCIALE » Scuole dell’infanzia tra passato e futuro
I 40 ANNI DELLA FISM

Scuole dell’infanzia tra passato e futuro

di ilTorinese pubblicato lunedì 24 novembre 2014

leo nosiglia

Un grande applauso ha segnato l’arrivo di Mons. Cesare Nosiglia, Arcivescovo di Torino, che ha premiato personalmente alcuni personaggi che hanno partecipato al percorso della FISM

 

Sabato 22 novembre, in occasione dei  40 anni dalla fondazione della FISM, si è svolto il Convegno “Le scuole dell’infanzia tra passato e futuro – 40 anni della Federazione Italiana Scuole Materne: 1974-2014”.

 

I lavori, presso la sala convegni dell’Istituto Faà Di Bruno, hanno avuto inizio con l’intervento del Professor Redi Sante Di Pol, Professore Ordinario di Storia della Pedagogia all’Università di Torino.

 

Molti i relatori  che hanno poi preso parte al Convegno, tra cui  la professoressa Anna Maria Poggi, che ha fatto un’accurata riflessione sulle Scuole FISM e la parità economica, analizzando la situazione attuale e i possibili futuri scenari normativi, ed il Presidente FISM Torino, Luigi Vico, che ha parlato della situazione organizzativa ed economica delle scuole dell’infanzia.

 

Tra le autorità che hanno portato il loro saluto, Giovanna Pentenero, Assessore all’Istruzione Regione Piemonte, recentemente al centro di numerose polemiche per il caso del “Buono Scuola”, e Daniela Ruffino, Vicepresidente del Consiglio Regionale del Piemonte, che ha sottolineato che “sono necessari, oggi più che mai, coerenza e impegno, e bisogna avere voglia di fare e costruire insieme, per tutelare quella che è la libera scelta delle famiglie…”.

 

Un grande applauso ha segnato l’arrivo di Mons. Cesare Nosiglia, Arcivescovo di Torino, che ha premiato personalmente alcuni personaggi che hanno partecipato al percorso della FISM nei suoi primi quarant’anni di vita; tra i premiati, Giampiero Leo (nella foto), che nel corso degli anni si è sempre distinto per il ruolo svolto a favore e sostegno delle Scuole dell’Infanzia FISM.

 

Claudia Caci