Home » POLITICA » Scontri a Chiomonte: solidarietà alle forze dell’ordine
LE REAZIONI DEGLI ESPONENTI POLITICI TORINESI

Scontri a Chiomonte: solidarietà alle forze dell’ordine

di ilTorinese pubblicato domenica 22 luglio 2018

Riceviamo e pubblichiamo

.

TRONZANO (FI): “IL NO A TUTTO DEI GRILLINI BLOCCA LO SVILUPPO. NOI SEMPRE CON LE FORZE DELL’ORDINE”

“Sulla vicenda Tav – scrive in una nota il vicecapogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale, Andrea Tronzano – non è mai inutile ricordare come in questi anni l’ostruzionismo all’opera sia stato a volte violento, e a tale proposito la nostra solidarietà incondizionata va alle forze dell’ordine, che sono state bersaglio ancora ieri a Chiomonte di atti indegni e irresponsabili, frutto di un no preconcetto all’opera. Che cosa dicono i rappresentanti pentastellati delle istituzioni su questi episodi di guerriglia? Gli scontri che turbano l’ordine pubblico e mettono a rischio l’incolumità delle persone sono da condannare senza dubbi di sorta. No alla linea Tav, no alle Olimpiadi invernali, No alla Asti – Cuneo: Toninelli è il “ministro del no” che con le sue prese di posizione rischia di compromettere il futuro del Piemonte. Le sparate del cinque stelle contro tutto ciò che produce lavoro e sviluppo  non sono certo un aiuto per le popolazioni, i sindaci e le imprese piemontesi che cercano con difficoltà di uscire dalla crisi. La battaglia di Forza Italia in Consiglio regionale contro tali inaccettabili prese di posizione sarà durissima.”

 

ZANGRILLO (FI): SCONTRI INDEGNI QUANTO IL SILENZIO DEI MINISTRI GRILLINI

 

“Gli scontri avvenuti a Chiomonte sono indegni tanto quanto il silenzio dei ministri grillini che non hanno ancora trovato il tempo di condannare l’aggressione”. Ad affermarlo il deputato di Forza Italia Paolo Zangrillo. Conclude il parlamentare di Forza Italia: “Il Movimento Cinque Stelle continua a giocare con il fuoco convivendo con la parte violenta dei No Tav. Lo si capisce chiaramente quando i suoi ministri non prendono posizione contro l’ennesimo atto di guerriglia avvenuto ieri sera. Certo che se poi il ministro Toninelli da loro corda e fiato dimostrando – come fatto nei giorni scorsi – di parlare con una sola parte per la gestione del futuro dell’opera della Torino-Lione, indirettamente rinvigorisce la protesta. Credo che questo sia un problema di ordine pubblico che gli amici alleati della Lega Nord debbono affrontare nelle prossime settimane”.

 

CARRETTA E CONTICELLI (PD): SU VIOLENZA A CHIOMONTE SOLIDARIETÁ ALLE FORZE DELL’ORDINE. APPENDINO E TONINELLI SI ASSUMANO LE LORO RESPONSABILITÀ 

 

”Esprimiamo piena solidarietá, a nome del Partito Democratico, ai lavoratori delle Forze dell’Ordine per i gravi attacchi subiti a Chiomonte”, dichiarano il Segretario metropolitano Mimmo Carretta e la Consigliera regionale, presidente della Commissione Trasporti, Nadia Conticelli. “Ringraziamo gli agenti per il lavoro importante di tutela di un’opera pubblica che svolgono ormai da anni, in condizioni di tensione davvero pesanti – proseguono i due esponenti Dem -ma la politica e le istituzioni non possono limitarsi al pianto del coccodrillo. Questa volta la solidarietà ambigua da parte della Sindaca dell’area metropolitana, Appendino, non basta. Chi va prima a Roma a barattare lo stop al cantiere dell’Alta velocità deve poi prendersi la responsabilità della ripresa delle azioni violente. Cosí come il Ministro Toninelli che millanta, a giorni alterni, di fermare l’opera. I cantieri dell’Alta velocità sono in pieno svolgimento, stanno partendo le gare di appalto, questa situazione di incertezza e di ripresa di violenza é irresponsabile e mette l’Italia su un piano di debolezza a livello internazionale”.

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE