Home » prima pagina » Scandalo Grinzane, Soria non ci sta a fare il “genio del male” e tira in ballo politici e giornalisti
IL GOVERNATORE CHIAMPARINO: "E' COMPRENSIBILE CHE IL PROFESSORE METTA FANGO NEL VENTILATORE PER CERCARE DI DIFENDERSI DISPERATAMENTE"

Scandalo Grinzane, Soria non ci sta a fare il “genio del male” e tira in ballo politici e giornalisti

di ilTorinese pubblicato mercoledì 18 febbraio 2015

soria

Il patron del premio letterario parla di fondi neri alla politica

 

Al processo per lo scandalo del Premio Grinzane Cavour il principale imputato e patron dell’iniziativa culturale, Giuliano Soria, parla a ruota libera. Non ci sta a fare la parte dell’unico “cattivo” della storia e tira in ballo nomi di politici (Sergio Mercedes Bresso, Gianni Oliva, Giampiero Leo, Fiorenzo Alfieri) e di giornalisti che avrebbero beneficiato delle “regalie” del premio letterario. In alcuni casi – ha detto il prof. – alcuni politici avrebbero usufruito di fondi neri per la loro attività. Replica il presidente Chiamparino, via Ansa:  “Può darsi che Soria abbia partecipato a qualche cena di finanziamento organizzata dall’ assessore Alfieri o da qualcun altro, questo non posso escluderlo, ma io non ho mai avuto rapporti finanziari con lui”. Sergio Chiamparino aggiunge: “E’ una tattica comprensibile che Soria metta fango nel ventilatore per cercare di difendersi disperatamente”.