Home » TRIBUNA » San Mauro, il sindaco: “Ecco perchè ho ‘licenziato’ la mia vice”
SILURAMENTO

San Mauro, il sindaco: “Ecco perchè ho ‘licenziato’ la mia vice”

di ilTorinese pubblicato domenica 6 settembre 2015

dallolio san mauro

Dallolio spiega che “l’incarico di vice sindaco è strettamente di fiducia, vuol dire che è la persona che ti rappresenta. Questo rapporto di fiducia, con il tempo ed un insieme di episodi è venuto meno, così ho provveduto di conseguenza”

 

Non accade tutti i giorni che un sindaco sollevi in quattro e quattr’otto il suo vice e gli dia il benservito.  Per questo la decisione di Ugo Dallolio primo cittadino di San Mauro Torinese di “licenziare” il numero due della giunta, Lucrezia Colurcio ha suscitato un certo scalpore negli ambienti politici della Città Metropolitana. Dallolio è stato eletto nel 2011 primo cittadino del Comune di San Mauro Torinese ed è alla guida di una coalizione Pd – Italia dei valori. A Colurcio, oltre che l’incarico di vice, aveva assegnato anche due deleghe “pesanti”, l’urbanistica e, più recentemente anche quella dell’Unione Net che comportava di diritto la vice presidenza spetta, appunto, a San Mauro. Sui motivi del ritiro di incarico e deleghe Dallolio spiega che “l’incarico di vice sindaco è strettamente di fiducia, vuol dire che è la persona che ti rappresenta. Questo rapporto di fiducia, con il tempo ed un insieme di episodi è venuto meno, così ho provveduto di conseguenza”. Dallolio, ora, nelle sue prerogative ed oneri ha quello di sostituire il vice e intende “farlo all’interno del Partito democratico, con una scelta che sia condivisa”. E per quanto riguarda il Pd, partito al quale è iscritto da un anno (all’inizio si era candidato alla guida della coalizione di centro – sinistra ma come indipendente) il sindaco ribadisce che “i rapporti sia a livello regionale che di Torino, sono buoni. Per carità non tutti possono essere d’accordo ma ribadisco che è stata una scelta dettata dalle ragioni che ho esposto”.

Massimo Iaretti