Home » Sport » Salute in movimento!
I migliori progetti sono quelli che coinvolgono la comunità e la responsabilizzano

Salute in movimento!

di ilTorinese pubblicato venerdì 25 novembre 2016

E’ stato presentato mercoledì 23 novembre nella Sala conferenze di FederFarma, farmaciaIl progetto “Salute in movimento!” nato dalla collaborazione tra Farmacie Comunali, Federfarma e Uisp Torino. Nelle Farmacie aderenti ognuno potrà trovare un libricino con le istruzioni e i consigli per migliorare la propria salute e qualità della vita praticando sport, un istruttore sarà a disposizione di chi vorrà consigli e di tutti coloro che negli orari e giorni stabiliti vorranno camminare in gruppo. Con il libricino verranno anche consegnati coupon gratuiti per provare altri sport come la danza il nuoto l’acquagym, per un mese, offerti da società e impianti sportivi affiliati Uisp che hanno aderito alla campagna partita a maggio 2016. Le società Uisp che hanno aderito: A.s.d. Giordana Lombardi – A.s.d. Il Gabbiano – A.s.d. Polisportiva Rubino – A.s.d. Cultura del Movimento – A.s.d. Mandala – A.s.d. Centro Ricerca Danza – Gym Fizz – Impianto Piscina Torrazza – Gruppo di ballo Gcc a.s.d. – ASD APS AnMa ArteShiatSu – Bellybutton mammeinmovimento – A.s.d. Sportinacqua – A.s.d. Ginger Company – A.s.d. Marchesa – A.s.d. DAM Danza Arte Movimento – Impianto Sportivo Massari. Altre Associazioni che allora non erano disponibili potranno aggiungersi in una prossima edizione se in linea con i presupposti del progetto. Alla Conferenza sono intervenuti Mauro Laus, Presidente del Consiglio Regionale, Dario Campanale, in rappresentanza dell’Assessore allo sport del Comune, Roberto Finardi, Luciano Platter, Presidente Emerito Federfarma Torino, Roberto Forte, Presidente Farmacie Comunali Torino, Patrizia Alfano, Presidente Uisp Torino.

***

Mauro Laus “Secondo i calcoli fatti la sanità costerà 113 miliardi nel 2016 con un incremento dell’1,9% e mentre da una parte il costo sanitario lievita, i cittadini non stanno bene. Plaudo a questo progetto, che rientra nella filosofia delle azioni che la regione Piemonte vuole promuovere attraverso gli Stati Generali dello sport e del benessere, organismo istituito dal Consiglio regionale del Piemonte”. Il presidente ha proseguito sottolineando l’importanza del lavoro che un’istituzione può fare per tutelare la salute dei propri cittadini, ribadendo che far conoscere i vantaggi della promozione dell’attività fisica è un dovere sociale”.

Roberto Forte “Siamo molto soddisfatti del progetto che stiamo realizzando insieme a UISP e FederFarma e l’incontro di oggi pensiamo ne sia lo specchio, è stato un incontro partecipato e utile per fare il punto e soprattutto per rilanciare il nostro impegno. Siamo altrettanto soddisfatti sia della presenza che delle disponibilità delle istituzioni. La Regione Piemonte e il Comune di Torino si sono espressi molto positivamente sul progetto e hanno dato la loro disponibilità a collaborare e a valorizzare questa iniziativa. Dopo questi risultati e con questo quadro istituzionale non possiamo che andare avanti e continuare a lavorare per far sì che lo sport di base diventi parte integrante dell’offerta di benessere e salute delle nostre farmacie.”

Luciano Platter “Ancora una volta il ruolo centrale delle farmacie è di fare prevenzione. Quest’iniziativa si pone proprio in quel solco e rappresenta un primo esperimento per mettere alla portata di tutti i cittadini il bene primario dell’esercizio fisico moderato, utilissimo nel prevenire pericolose malattie, specie cardiovascolari”

Dario Ravinale “Il progetto che vede protagoniste le farmacie e la Uisp è geniale e strategico. Si inserisce perfettamente nelle due grandi categorie: il divanista professionista e l’ultramaratoneta” Patrizia Alfano “Obiettivo quotidiano dell’UISP è diffondere la cultura del movimento vissuto come parte fondamentale e irrinunciabile del proprio vivere quotidiano. Questo è il nostro sport per tutti che mette al centro il soggetto e i cui protagonisti non sono più gli atleti ma i cittadini di ogni età che fanno sport a loro misura. Come scrivono i dirigenti dell’Uisp Bologna che hanno ideato e avviato questo progetto 6 anni fa con grandi risultati: “se trattassimo l’attività fisica come un farmaco avremmo un bugiardino con tante diverse indicazioni, è un antiinfiammatorio, abbassa le pulsazioni del cuore, la pressione e stimola il metabolismo e tanto altro ancora”. Il movimento però non deve essere considerato in nessun modo un farmaco che si prende a periodi e a proprio modo. E’ importante quindi curare bene l’aspetto tecnico ma anche quello socializzante di piacere e divertimento.farmacia, producendo partecipazione all’interno di un processo di crescita che realizza una comunità competente. Lavoriamo capillarmente in tutto il territorio con le nostre società affiliate ed è per questo che siamo molto contenti di lavorare con le farmacie che da sempre rappresentano un presidio territoriale e una rete sociale importante e qualificata di riferimento per i cittadini”.

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE