Home » TRIBUNA » Ruffino: “Nuove iniziative per la donazione del sangue”
LA VICE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO REGIONALE

Ruffino: “Nuove iniziative per la donazione del sangue”

di ilTorinese pubblicato lunedì 29 agosto 2016

ruffino lascarisDONATORI IN CALO: “GRANDI AZIENDE, SCUOLE, ASSOCIAZIONI: CANTIERI PER NUOVE ATTIVITA’ DI SENSIBILIZZAZIONE A FAVORE DELLA DONAZIONE DI SANGUE “

“La Regione Piemonte si è sempre distinta negli anni passati, anche attraverso campagne di comunicazione mirate, nella promozione della donazione del sangue. Visto il recente appello di alcuni ospedali che lamentano un calo di donatori, in particolare tra i giovani, è necessario che Giunta e Consiglio regionale diano nuovo impulso alle iniziative di sensibilizzazione su un tema così importante, divenuto di drammatica attualità nei giorni del terremoto in Italia centrale”.

E’ quanto afferma Daniela Ruffino (FI), vicepresidente del Consiglio regionale piemontese.

“La diminuzione di donazioni di circa il 13% , relativa a Torino e provincia negli ultimi quattro anni resa nota dagli ospedali – aggiunge Ruffino – fa comprendere la necessità di riattivare tutti i canali di comunicazione utili a creare una coscienza collettiva in materia. Se si considera che il calo di donatori riguarda soprattutto i giovani, allora nuove campagne di sensibilizzazione rivolte alle scuole potrebbero essere davvero utili”.

Secondo la vicepresidente dell’Assemblea piemontese ” la donazione del sangue ha un ruolo fondamentale ben oltre le situazioni di emergenza. Ecco perchè ritengo che la Regione debba farsi capofila tra le istituzioni del territorio affinchè, anche attraverso gli organismi consultivi regionali, venga lanciato un messaggio di solidarietà nei confronti di chi ha bisogno di sangue.”

“Mi attiverò perchè alla ripresa dopo la pausa estiva – conclude Ruffino – si mettano in cantiere iniziative come ad esempio “ravvivare” le campagne promosse in passato sui siti web istituzionali, o progetti rivolti alle scuole, alle associazioni, alle comunità di lavoratori delle grandi aziende, a favore della donazione di sangue”.