Home » POLITICA » Ruffino: “Le nostre montagne ritrovino lo smalto olimpico per il rilancio economico”
SVILUPPO E TURISMO

Ruffino: “Le nostre montagne ritrovino lo smalto olimpico per il rilancio economico”

di ilTorinese pubblicato venerdì 10 febbraio 2017

olimpico arco“Il marketing territoriale e turistico, abbinato a strategie di rilancio anche occupazionale è certamente un elemento importante per evitare la desertificazione delle nostre montagne e delle nostre valli. Abbiamo un  prezioso patrimonio paesaggistico, storico e culturale che richiede politiche turistiche condivise tra le amministrazioni locali: queste non devono muoversi singolarmente ma fare sistema, collaborare con le realtà private e aprire gli orizzonti per attrarre nuovi flussi turistici “.

ruffino6E’ il commento della vicepresidente del Consiglio regionale e presidente della Consulta regionale europea, Daniela Ruffino (FI), a margine del convegno dell’Uncem  sul marketing territoriale, tenutosi a Susa.

“La crisi sta decimando le attività commerciali e non è certo accettabile che in decine e decine di Comuni non esista più un negozio. E’ quindi da apprezzare pienamente l’iniziativa di Uncem che pone il problema di superga montagna antonio colucciavalorizzare l’economia locale. Per competere dobbiamo puntare su ciò di cui disponiamo, ad incominciare dalla qualità dei nostri prodotti alimentari e artigianali, dalla tradizione dell’accoglienza alberghiera, dalla nostra storia enogastronomica”, aggiunge la presidente della Consulta Europea, che sottolinea l’opportunità di “intercettare con campagne di comunicazione i flussi turistici che gravitano su Torino, per portarli a conoscere le  nostre montagne, sia d’inverno, sia d’estate”.

montagnapiemonte“Anche la Consulta regionale si rende disponibile fin da ora al dialogo con gli amministratori del territorio, per creare un’interfaccia con le istituzioni europee, così da individuare possibili progetti transfrontalieri ai quali i nostri territori potrebbero aderire.  Non dobbiamo pedere lo smalto olimpico che le nostre montagne hanno conquistato nel 2006, diventando note in tutto il mondo. Per essere competitive – conclude Ruffino  – le località turistiche delle montagne torinesi devono puntare sulla professionalità, sull’attenzione nei confronti del turista e su un’accoglienza strutturata e non improvvisata. Solo così il turismo potrà diventare motore per creare nuove attività e nuovi posti di lavoro”.