Home » LIFESTYLE » Ritorno a Oropa dei piemontesi nel mondo
riscoprire i luoghi ed i sapori di casa

Ritorno a Oropa dei piemontesi nel mondo

di ilTorinese pubblicato giovedì 13 luglio 2017

I piemontesi nel mondo torneranno a radunarsi al Santuario di Oropa, da venerdì 14 a domenica 16 luglio. Il vasto programma della secondo edizione della manifestazione, dal titolo “Ritorno a Oropa dei piemontesi nel mondo. Racconti, memorie e speranze di ieri e di oggi”, con il patrocinio della Regione Piemonte, è stato presentato nella sede della Famija Turineisa e si apre con la visita guidata al Santuario ed al Sacro Monte, al Museo dei tesori ed agli appartamenti reali, dalle ore 16 di venerdì 14. In serata, ad Oropa, in sala Frassati, un incontro con l’archivista Danilo Craveia, sul tema “Oropa nel cuore:gli emigrati di origine Biellese”, cui seguirà una performance teatrale a cura del Teatro Stabile di Biella, con pièce tratti da “Zattere e Zavorre”.

La manifestazione, oltre a far riscoprire i luoghi ed i sapori di casa, vuol consentire ai piemontesi nel mondo di “raccontare e raccontarsi”, attraverso le testimonianze sul tempo in cui il Piemonte era il punto di partenza di chi cercava fortuna altrove. Saranno coinvolti imprenditori piemontesi che sono ambasciatori delle eccellenze piemontesi all’estero, studiosi di cultura e linguistica, figli di migranti e giovani, che in videoconferenza porteranno la loro testimonianza di italiani all’estero.

Oggi il fenomeno degli italiani che emigrano ha caratteristiche e motivazioni diverse rispetto al passato e riguarda fasce d’età e categorie sociali differenti. L’associazione Migrantes segnala come nell’ultimo anno 107.529 italiani abbiano lasciato l’Italia alla volta dell’estero: la fascia di età compresa tra i 18 e i 34 anni è la più rappresentativa (36,7 %), seguita da quella dal 35 ai 49 anni (25,8).

La giornata di sabato 15 sarà dedicata al convegno “Migrare nel XXI secolo: partire o viaggiare?”, nella sala convegni del Santuario. L’apertura dei lavori, alle ore 9,30, con il benvenuto del rettore, don Miche Berchi, e degli amministratori delegati del Santuario di Oropa, don Gianni Panigoni e Paola Aglietta, con le autorità della Regione Piemonte e del Comune di Biella. Seguiranno una relazione sui “giovani all’estero ed il futuro dell’Associazionismo”, a cura di Paola Taraglio, giornalista esperta di emigrazione e socia dell’Associazione Famija Turineisa.

Dalle ore 11 si entrerà nel vivo del tema con Michele Colombino, presidente della Federazione delle Associazioni di Piemontesi nel Mondo; Daniela Piazza, presidente della Famija Turineisa, su “L’emigrazione in Francia ieri e oggi”; Maddalena Tirabassi e Alvise Del Pra’, del Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, su “Le migrazioni piemontesi nel XXI secolo”; Andrea Raimondi, studioso di multilinguismo e letteratura piemontese, “uno sguardo sull’emigrazione piemontese: storia, cultura, lingua”; Giovanni Pischedda, responsabile sviluppo competitività e internazionalizzazione della Camera di Commercio di Torino, su “Meet @ Torino: il programma di mentoring che avvicina gli imprenditori in Piemonte e all’estero” e Camilla Ramella Bagneri, di Q10 Internationale Trading, “Dal Piemonte alla Cina, ambasciatori dei prodotti italiani all’estero”. Vasto anche il programma del pomeriggio di sabato 15 luglio, con vari protagonisti: Maria Lodovica Gullino, giornalista ed autrice del libro “Valigie: cervelli in fuga o cervelli in viaggio?”; Michelangelo Belletti, presidente di Vedogiovane, che parlerà di “Vivere in bilico tra due culture: un italo-argentino si racconta” e Marta Gianotti, blogger, sul tema “Meglio Londra o Biella?”.
Il giornalista Giancarlo Libert curerà delle interviste su “partire o restare?” con collegamenti con l’estero. Libert presenterà inoltre, in sala Dottrina, la mostra “L’emigrazione piemontese nel mondo”.

Durante la giornata parteciperanno all’incontro dei piemontesi nel mondo il Coro Alpino “Il Quadrifoglio” di Borgo d’Ale e le maschere Gianduja e Giacometta, mentre alle 21, alla Basilica Antica di Oropa, si potrà assistere al concerto di Cori Piemontesi “Piemonte in…canto”.

La conclusione dell’incontro domenica 16 luglio, con la messa celebrata dal vescovo di Biella, monsignor Gabriele Mana, la tradizionale foto di gruppo davanti alla Basilica Antica e la consegna dei diplomi di partecipazione. Da lunedì 17 a venerdì 21 luglio sono previste per i convegnisti escursioni in varie località piemontesi.

Renato Dutto www.regione.piemonte.it

 

***

Info: www.santuariodioropa.it