Home » prima pagina » Rischio valanghe elevato sulle Alpi ma i furbetti del fuoripista scherzano con la montagna
LE NEVICATE DELLA SCORSA SETTIMANA E IL RIALZO TERMICO RENDONO PROBABILE IL DISTACCO DI MASSE NEVOSE

Rischio valanghe elevato sulle Alpi ma i furbetti del fuoripista scherzano con la montagna

di ilTorinese pubblicato lunedì 9 febbraio 2015

Elicottero-118

A Sauze d’Oulx tre snowboarders in difficoltà sono stati soccorsi nei pressi di un dirupo nella zona del Vallone Nero. Caricati sull’Elisoccorso, saranno multati per avere eluso i cartelli

 

L’elicottero è dovuto decollare perché era troppo rischioso l’impiego dei soccorritori a terra. A Sauze d’Oulx tre snowboarders in difficoltà sono stati soccorsi nei pressi di un dirupo nella zona del Vallone Nero. Caricati sull’Elisoccorso, saranno multati per avere eluso i cartelli che avvisavano del pericolo di valanghe e  per aver scavalcato e oltrepassato le transenne di delimitazione delle piste.

 

Troppi irresponsabili pensano di farla franca. Ma la montagna non scherza. Una valanga sabato ha travolto un gruppo di sciatori  fuoripista, ad Argentera, nel Cuneese, uccidendone uno che è stato spinto contro un albero. La vittima è un inglese di 47 anni che faceva parte di un gruppo dotato di attrezzature di sicurezza. Nessuno tra gli altri sciatori è stato travolto dalla neve, e per il 47enne è stato fatale l’impatto contro il tronco d’albero.

 

Ed è ancora elevato il rischio di valanghe in Piemonte, dalle Alpi Graie alle Liguri. Le  nevicate della settimana scorsa ed il rialzo termico di domenica rendono probabili distacchi  di masse nevose di medie e grandi dimensioni. Le valanghe potrebbero anche cadere sulle  strade di fondovalle. Così il pericolo resterà “marcato” (di grado 3) o “forte” ( grado 4) anche in questi giorni.