Home » CULTURA E SPETTACOLI » Resina del tempo
Ulisse si salvò chiamandosi Nessuno

Resina del tempo

di ilTorinese pubblicato martedì 20 giugno 2017
Le poesie di Alessia Savoini
La resina del tempo
Umida di immortalità
Cola tra templi e rovine
Scheletri della storia 
Ove risiede la comprensione prima,
Il motivo per cui l’eternità si è scissa nel tempo.
Nel suo dilatarsi
Muore dopo un secondo 
Cessa di essere ricordo
Nel momento in cui
Lontano da qui
Un dio guarda in direzione del nostro cielo.
Un bambino tiene tra le mani una margherita
Come un monaco il suo māla
Pregano quello stesso sguardo
Uno volgendo il suo credo in alto
L’altro dentro di sé.
Scandito tra le note di un canto
Vibra incessante
L’intenzione che mai nasce
Poiché non può morire.
Tra i dubbi, l’immagine
Sfocata e a colori
Di ciò che avvenne in principio 
Manifesta nella potenza che hanno le cose
In una selva di rinascite
Imbambolati a collocarsi in una parte di mondo
Per volersela sentire propria.