Home » Brevi di cronaca » Regione: Consiglio e Giunta a Librolandia
SALONE DEL LIBRO XXX EDIZIONE

Regione: Consiglio e Giunta a Librolandia

di ilTorinese pubblicato mercoledì 17 maggio 2017

“L’impegno e l’energia profusi quest’anno per la 30esima edizione del Salone Internazionale del Libro sono l’espressione di una concordia istituzionale che in Piemonte regna sovrana e dimostrano che la presenza di un collaudato e proficuo coordinamento fra gli enti permette di realizzare una manifestazione realmente a favore del territorio”, ha affermato il presidente del Consiglio regionale Mauro Laus aprendo la conferenza stampa di presentazione del programma di attività del Consiglio e della Giunta regionale al Salone Internazionale del Libro 2017, prevista dal 18 al 22 maggio al Lingotto Fiere di Torino.

“Sono particolarmente felice perché questa edizione del Salone Internazionale del Libro, nonostante le iniziali vicissitudini, porta con sé una storia e un’esperienza significative, testimonia le capacità della nostra città e della nostra regione che in questo settore e nell’educazione alla lettura vantano un’indiscutibile eccellenza e ci insegna anche l’importanza di sapersi rinnovare”, ha dichiarato l’assessora regionale alla Cultura e Turismo, Antonella Parigi.

 

Il Consiglio regionale alla 30esima edizione del Salone del Libro

Sarà il tema dei diritti, declinato in svariati contesti, dallo sport alla disabilità, dall’inclusione sociale all’impegno civile, il filo conduttore dei numerosi appuntamenti proposti dal Consiglio regionale.

I visitatori potranno conoscere l’attività legislativa e culturale dell’Assemblea piemontese attraverso le pubblicazioni in distribuzione presso lo stand istituzionale, in un’area condivisa con la Giunta regionale. I ventuno appuntamenti in calendario si svolgeranno presso l’Arena Piemonte (al padiglione 3) e nelle sale Argento e Arancio.

I messaggi positivi veicolati dalla pratica sportiva saranno valorizzati grazie a una serie di incontri organizzati dagli Stati Generali dello Sport e del Benessere del Consiglio regionale. A partire dalla presentazione del libro La mia storia di Arthur Ashe, fra sport e impegno civile (giovedì 18 maggio). Il Consiglio regionale scenderà poi in campo per promuovere la Partita del cuore. Una sfida per la ricerca, insieme con la Nazionale italiana cantanti (domenica 21 maggio). Il già celebre evento di impegno sociale e divertimento si terrà quest’anno a Torino, il 30 maggio, e il ricavato sarà donato alla Fondazione piemontese per la ricerca sul cancro e alla Fondazione Telethon. Lunedì 22 maggio sarà ancora l’esperienza degli sportivi protagonista di una riflessione fra alimentazione e ricerca scientifica e tecnologica, mentre il progetto #dilloatutti permetterà di svelare le tappe di un’importante iniziativa per la promozione dei corretti stili di vita che da marzo ha avviato un percorso virtuoso sul territorio.

Fra gli altri appuntamenti in calendario si segnala giovedì 18 maggio Migranti e cultura del cibo, a cura della Biblioteca della Regione Piemonte e della Rete italiana di cultura popolare che porterà l’esperienza del cibo come momento di incontro dell’altro e di ritualità. Lo stesso giorno è prevista una suggestiva presentazione dell’Elisoccorso in Piemonte, fra storia, attualità e prospettive, in collaborazione con l’Associazione nazionale Carabinieri.

Storie di migranti speciali, di giovani in fuga con un grande carico di speranze, saranno raccontate venerdì 19 maggio durante l’incontro Viaggi straordinari: quello di Nujeen Mustafa e tanti altri, a cura del Garante regionale dell’infanzia e dell’adolescenza e del Comitato regionale per i Diritti Umani.

Di teatro e della sua valenza rieducativa per i detenuti si parlerà invece in un incontro organizzato dal Garante regionale dei detenuti con la partecipazione di registi ed educatori.

Tutelare i ragazzi dai pericoli nascosti nel web è l’obiettivo di Cyberbullismo: se lo conosci puoi sconfiggerlo, organizzato dal Corecom Piemonte, anche alla luce del disegno di legge sulla prevenzione e il contrasto di bullismo e cyberbullismo recentemente presentato al Senato. Sempre il Comitato regionale per le comunicazioni sabato 20 maggio proporrà un confronto fra esperti che si interrogheranno su Come possiamo immaginare le tv private del futuro? Il tema dei diritti sarà poi declinato al femminile con un confronto su La libertà di indossare il velo e il divieto di discriminazione, a cura del Difensore civico della Regione Piemonte, mentre il Comitato Resistenza e Costituzione presenterà La storia di Natale, ovvero un libro sulla vicenda di umanità e coraggio di Natale Pia, sopravvissuto alla ritirata di Russia e alla deportazione nel lager di Mauthausen-Gusen.

Domenica 21 maggio sarà la volta della presentazione di Over my eyes: sguardi kurdi, ovvero un progetto fotografico e multimediale, condotto da un gruppo di fotoreporter italiani e kurdi per documentare fuori dal coro le conseguenze della guerra con l’Isis nel Kurdistan iracheno.

La Regione Piemonte alla 30esima edizione del Salone del Libro

Il Salone Internazionale del Libro rappresenta uno dei momenti di punta dell’attività culturale della Regione Piemonte. Dai temi dell’attualità ai diritti, dagli appuntamenti dedicati a settori inesplorati dell’editoria a un rinnovato e più forte impegno a sostegno della lettura e della filiera de libro: l’attività della Regione si presenta, per questo importante anniversario, straordinaria nella varietà e per ambiti di interventi.

Una delle novità più importanti è rappresentata dal buono libro: un nuovo strumento, del valore di 15 euro, che sarà a disposizione degli studenti delle scuole superiori e utilizzabile per l’acquisto di un libro negli stand del Salone. Il buono sarà utilizzabile nel corso della 30a edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino presso tutti gli stand degli espositori che hanno dichiarato la loro adesione all’iniziativa e che esporranno opportuna segnaletica e presso le librerie presenti all’interno dello spazio espositivo del Salone: la Libreria dell’Arena Piemonte (Pad.3), la Libreria della Piazza dei lettori (Pad. 3), la Libreria a Stelle e Strisce (Pad. 2), Babel – La libreria internazionale (Pad. 3), la Libreria dei ragazzi (Pad. 5), la Libreria dello Spazio gasTrOnomica (Pad. 1).  Dei 12mila buoni a disposizione, ottomila sono destinati alle scuole secondarie di secondo grado del Piemonte. I docenti delle scuole superiori piemontesi (o gli intermediari per la scuola) che hanno già prenotato la visita sul sito del Salone riceveranno una mail con la quale verranno informati della possibilità di ottenere un buono libro da 15 euro per ciascuno dei propri studenti in visita al Salone. Una volta effettuata la richiesta tutti riceveranno una mail di conferma e potranno ritirare i buoni per i ragazzi al desk all’interno del Salone (Galleria Visitatori, di fronte al Pad. 2). Allo stesso desk potranno essere ritirati anche i quattromila buoni libro sono a disposizione dei singoli giovani visitatori del Salone, nati negli anni 1999-2000-2001-2002 e residenti in Piemonte, presentando il biglietto di ingresso ridotto (non il biglietto scuole) e un documento di identità. L’assegnazione è disponibile fino a esaurimento dei buoni disponibili.

 

Inedito anche il programma che la Regione Piemonte, insieme alla Fondazione per il Libro e a Villaggio Globale International, ha deciso di dedicare al settore dei libri d’arte. “L’arte racchiusa in un libro. I molteplici volti dell’editoria museale” sarà infatti un appuntamento dal respiro internazionale dedicato al lavoro di studio, ricerca ed informazione svolto dalle grandi istituzioni museali: a confrontarsi, in una giornata di lavoro che si svolgerà lunedì 22 maggio presso Palazzo Reale, saranno direttori e conservatori di importanti musei, dall’Ermitage di San Pietroburgo al Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Al termine della giornata gli esiti della discussione saranno presentati al pubblico del Salone alle ore 17,30 di lunedì 22 maggio presso la Sala Incontri.

Tra gli elementi confermati vi è invece l’Arena Piemonte, che tornerà ad essere la “casa” delle attività promosse dalla Regione Piemonte e dal Consiglio Regionale, all’interno del Padiglione 3 e che vedrà la partecipazione a molti incontri dell’assessora alla Cultura. “Diritti senza confini” è la sezione che la Regione Piemonte, in collaborazione con il Coordinamento Torino Pride, dedica per il secondo anno consecutivo alle tematiche LGBT, e non solo. La Regione infatti ospiterà all’Arena Piemonte uno spazio dedicato ai diritti, intesi nella loro accezione più ampia, gestito dal Coordinamento Torino Pride. Un luogo dove trovare, sfogliare ed acquistare le pubblicazioni dedicate a questo tema ed essere accolti da personale qualificato per avere informazioni; all’interno dello spazio, inoltre, ogni giorno scrittori, giornalisti, studiosi e attivisti animeranno un programma culturale dedicato. Fra gli ospiti: Giulia Gianni, Chiara Acciarini, Fatma Bucak, Paola Caridi, Margherita Giacobino, Consolata Lanza, Maria Carolina Vesce e Gennaro Carotenuto. Molti i temi trattati: si spazierà dall’omofobia ai femminelli, dalla letteratura di genere all’attivismo LGBT.

 

All’Arena Piemonte, giovedì 18 maggio alle ore 10 si segnala l’incontro “Premio Incubatori di green education 2016” alla presenza dell’assessore all’Ambiente. A cura di Regione Piemonte, Mibact, Miur, Città Metropolitana  di Torino e con la collaborazione di ARPA Piemonte, Città di Ivrea, Ecomuseo del Freidano-Fondazione E.C.M., Ente di Gestione delle Aree Protette del Po e della Collina, Festival Cinemambiente-Museo Nazionale del Cinema, Coldiretti Torino e Federazione Regionale Coldiretti Piemonte, Confederazione Italiana Agricoltori  del Piemonte, Unione Industriale e Gruppo Giovani Imprenditori di Torino, l’evento conclusivo del Premio “Incubatori di green education 2016”, darà spazio ai progetti dei ragazzi elaborati sui temi  legati all’Accordo sul Clima di Parigi. Non solo approfondimenti scientifici, ma anche coinvolgenti finestre artistiche intratterranno gli ospiti dell’evento.

Da segnalare Venerdi 19 maggio alle ore 12, alla presenza dell’assessora alle Pari Opportunità e Immigrazione, vengono presentati i Viaggi Straordinari: quello di Nujeen Mustafa e tanti altri a cura del Garante dell’Infanzia e dell’adolescenza e Comitato per i Diritti Umani. Estate 2015, a bordo di uno dei tanti gommoni carichi di siriani in fuga dalla guerra, c’è anche Nujeen Mustafa. Ha solo 16 anni e sulla costa di Lesbo viene accolta come la prima rifugiata su una sedia a rotelle. Nujeen era partita dalla Siria nella speranza di raggiungere la Germania, il solo Paese dove poi sapranno dare un nome alla sua disabilità: tetraspasticità. Ad Aleppo, sotto le bombe, Nujeen era costretta ad un forzato confino casalingo e a conoscere il mondo esterno solo attraverso la tv. La fuga le ha offerto una nuova vita e nuove opportunità.

Alle ore 16 sempre all’Arena, l’assessora alle Pari Opportunità e immigrazione presenta  Oltre i confini: storie di accoglienza e inclusione. Storie di migrazioni e incontri. Percorsi di accoglienza e cittadinanza promossi dalle istituzioni. Narrazioni di buone pratiche che possono diventare buone politiche. Testimonianze di chi ci è riuscito e oggi accompagna chi è appena arrivato.

Sarà poi Il Teatro della Caduta con Francesco Giorda, sabato 20 alle ore 17 a condurre tutti nel talk “Revolution ’17: storie della società in mutamento in 3 capitoli”. Dalle famiglie arcobaleno all’astrofisica passando per la sharing economy.  Ospiti, testimonianze, storie curiose faranno da cornice a una narrazione coinvolgente e ironica, in una continua discussione interattiva tra ospiti, conduttori e pubblico. Dai diritti di genere ai diritti in genere; Pregiudizi individuali vs Pregiudizi universali; Trumpisti o Trappisti: sono i tre capitoli in cui si dividono le storie.

 Per il 30° Salone Internazionale del Libro la Regione Piemonte rinnova inoltre il suo impegno nei confronti della ricca filiera del libro: anche quest’anno verrà infatti riservata un’area agli editori piemontesi, con l’obiettivo di favorire la diffusione della produzione editoriale piemontese. Per la prima volta saranno coinvolte anche le librerie piemontesi: nell’ambito di un progetto che intende valorizzarle attraverso il riconoscimento di un marchio di eccellenza, verrà infatti premiato nell’Arena Piemonte, sabato 20 maggio alle ore 10.30, il progetto vincitore realizzato dai ragazzi dell’ ITS Piemonte legato all’ideazione di un logo per identificare le migliori librerie del territorio.

 

Le sale Arancio e Argento proporranno occasioni di scoperta e conoscenza del territorio: sale che saranno anche a disposizione degli operatori culturali locali, promotori ogni giorno di numerosi incontri dedicati alla storia e alla cultura piemontese.  Tra gli eventi organizzati dell’ente regionale, sabato 20 maggio alle ore 16,30, nella Sala Argento si presenterà il programma 2017 degli itinerari di promozione e valorizzazione culturale e turistica attraverso l’interessante visita guidata dai bibliotecari delle undici biblioteche torinesi aderenti al progetto BiblioTourPiemonte. Un incontro per raccontare la storia delle biblioteche attraverso racconti dei personaggi e dei  volumi più significativi delle collezioni. Le visite guidate alle biblioteche saranno sempre arricchite dalla narrazione da parte del bibliotecario, della storia della raccolta bibliografica, dei fondi e delle opere più significative, nonché dell’edificio. Nel 2017 gli appuntamenti riguardano sedi storiche e strutture rappresentative della contemporaneità. Le opportunità di visita sono attualmente 46 con un’offerta di 1190 posti a partire dal 26 maggio fino al 15 dicembre con l’esclusione del mese di agosto.

Domenica 21 maggio, alle ore 15 alla Sala Argento l’assessore allo Sport presenterà il libro “Il Gran Piemonte ha fatto 100. La grande corsa in una grande terra” un omaggio al ciclismo per la sua importanza in questo secolo e un tributo ai tanti appassionati e sportivi che hanno saputo vivere, interpretare, sognare e far sognare generazioni intere, tra le campagne, le colline e le cime del Piemonte, che si conferma terra di sport e di passione.

Dalla ormai consolidata vocazione internazionale è il programma di Lingua Madre, dedicato alle ibridazioni culturali e al dialogo interculturale: gli appuntamenti di questa trentesima edizione si caratterizzano per una forte attenzione all’attualità e ai mutamenti del panorama politico internazionale. Ad aprire la rassegna sarà la scrittrice argentina Maria Teresa Andruetto, autrice di un romanzo che porta lo stesso nome del progetto, “Lingua Madre”. Un evento, sabato 20 maggio alle 15.30, sarà invece dedicato alla letteratura d’esilio, con al centro il dialogo tra la scrittrice tedesca Jenny Erpenbeck e Muhammad Dibo, siriano rifugiato in Germania.

Non mancherà inoltre il Concorso letterario nazionale Lingua Madre, lunedi 22 alle 13,30 ci sarà la premiazione, giunto alla XII edizione: nato nel 2005 e ideato da Daniela Finocchi, vedrà un’importante serie di appuntamenti animare anche lo stand del paese ospite, la Romania, e il Salone OFF. Il Concordo Lingua Madre è diretto alle donne straniere (o di origine straniera) residenti in Italia, con una sezione dedicata anche alle donne italiane che vogliano raccontare le donne straniere. 

Tra i progetti sostenuti dalla Regione Piemonte anche Incipit Offresi: ideato e promosso dalla Biblioteca Archimede di Settimo Torinese, è l’innovativo format che darà agli aspiranti scrittori l’occasione di presentare la propria idea di libro ad un gruppo selezionato di editori e  di vedere pubblicato il proprio lavoro inedito. Per il secondo anno consecutivo, la finale, che vedrà protagonisti dieci concorrenti, si svolgerà domenica 21 maggio, alle ore 16.30, nello stand della Regione Piemonte.

All’interno del Bookstock Village prosegue la presenza della Regione con il progetto Nati per Leggere Piemonte. Lo stand ospiterà una serie di incontri con i più amati autori di libri per l’infanzia, oltre ai laboratori di lettura con bambini e famiglie, le cui attività sono coordinate grazie alla collaborazione con le Biblioteche Civiche di Torino e Iter (Istituzione Torinese per una Educazione Responsabile). Momento importante del programma sarà la cerimonia di consegna dell’omonimo Premio Nazionale, giunto alla ottava edizione. Appuntamento dunque lunedì 22 maggio, alle ore 16.30, all’Arena del Bookstock Village. Si aggiunge quest’anno il progetto “Chiedi cos’è”, avviato alla Bologna Children’s Book Fair, con una serie di interviste, realizzate da studenti delle scuole superiori, ai professionisti del libro: i risultati delle interviste verranno commentati durante i giorni del Salone del Libro e confluiranno in un video finale.

All’interno del Salone Internazionale del Libro sarà presente anche l’Agenzia Piemonte Lavoro, ente della Regione Piemonte che coordina i Centri per l’Impiego che, in collaborazione con la Direzione Coesione sociale della Regione Piemonte coordinerà uno spazio, all’interno del Padiglione 1, dedicato ai temi del lavoro e delle politiche attive.

La Regione Piemonte anche per il 2017 collaborerà inoltre nel sostenere la realizzazione del progetto IBF – International Book Forum: l’appuntamento, dedicato allo scambio di diritti editoriali per la traduzione, è divenuto elemento chiave per il business di settore e per il respiro internazionale del Salone stesso. Saranno quasi 350 i partecipanti, di questi oltre 100 sono stranieri provenienti da 27 Paesi. Novità di questa edizione, ormai la sedicesima, è il focus sul mercato audiovisivo: nella nuova sezione “Book to Screen”, per la prima volta saranno presenti alcuni fra le più importanti case di produzione televisive, cinematografiche e new media italiane e internazionali. Nuova anche la location: gli incontri B2B si svolgeranno, infatti, nelle sale del Museo Carpano di Eataly Lingotto.

ec – www.cr.piemonte.it