Home » Sport » Reale Società, quando lo sport è storia
Torino e i fasti della grande ginnastica

Reale Società, quando lo sport è storia

di ilTorinese pubblicato mercoledì 21 marzo 2018

La mostra  è stata inaugurata nella Biblioteca della Regione Piemonte

 

“Impronte di storia. La sfida sociale della Reale Società di Ginnastica di Torino nell’Italia risorgimentale”: è questo il titolo della mostra che è stata inaugurata mercoledì 14 marzo 2018 a Torino, presso la Biblioteca della Regione Piemonte “Umberto Eco”. L’iniziativa, convintamene sostenuta dal Consiglio regionale del Piemonte, contribuisce – come ricorda Nella Bianco, storica della Reale – a valorizzare e tutelare tutto questo patrimonio, rendendo disponibile al pubblico le testimonianze di una prestigiosa storia. La ginnastica è un’attività nata con l’uomo, tanto è vero che sono state ritrovate testimonianze della pratica ginnica risalenti al 269 aC., in un trattato dell’imperatore HuangTi in cui si illustravano una serie di esercizi, tecniche di preparazione ed anche una dieta. Nei poemi di Omero e negli affreschi cretesi si trovano riferimenti alla ginnastica, usata allora come preparazione agli altri sport oppure, presso i Romani, come attività determinante nell’impegno militare. La ginnastica così come si intende modernamente, si è sviluppata nell’Ottocento grazie a studiosi svedesi, svizzeri, tedeschi e francesi, mentre in Italia venne introdotta in Piemonte, a Torino, con la costituzione della Società Ginnastica di Torino nel 1844, su invito della Casa Reale, dallo svizzero Rodolfo Obermann, chiamato sotto il regno di re Carlo Alberto per insegnare l’educazione fisica agli allievi dell’Accademia Militare Dapprima aperta solo ai militari, in seguito allargata a tutti i cittadini, la ginnastica entrò a far parte delle discipline olimpiche da subito, fin dalla prima Olimpiade di Atene del 1896. Questa mostra presenta una raccolta di oggetti e documenti appartenenti alla collezione storica proprio di quella che da tutti è conosciuta come “palestra Magenta”, dall’omonima via. Cinque ori olimpici, tredici titoli europei e più di cento scudetti tricolore: qui si coltiva un sogno e si respira la storia dello sport. Oltre alla ginnastica artistica, la Società Ginnastica di Torino è stata  impegnata anche nel calcio, nel judo, nella pallacanestro e nel rugby. È poi ormai noto a tutti quanto sia importante iniziare l’attività motoria fin dall’infanzia, per cui quest’iniziativa – come messo in risalto in occasione dell’apertura della mostra – stimola pure il tema dei corretti stili di vita e della buona salute, che sta al centro dell’operato degli Stati generali dello sport e del benessere. Mangiare sano e svolgere regolare attività fisica sono da sempre i fondamenti per sentirsi bene e stare in forma. Parlare e raccontare lo sport rientra in quei percorsi virtuali per far star bene se stessi e di conseguenza star bene con gli altri.

La mostra sarà visitabile fino al 18 maggio 2018. Orari: dal lunedì al giovedì ore 9.00 – 12.30; 14.00 – 16.00. Il venerdì ore 9.00 – 12.30.

 

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE