Home » vetrina7 » Quasi 2000 visitatori nei giorni di festa al Museo del Risorgimento
DAL 26 AD OGGI

Quasi 2000 visitatori nei giorni di festa al Museo del Risorgimento

di ilTorinese pubblicato giovedì 29 dicembre 2016

risorgimento2Sono stati 1.747 i visitatori che si sono recati al Museo Nazionale del Risorgimento Italiano in questi primi tre giorni delle Festività natalizie, da lunedì 26 dicembre ad oggi. Un risultato molto positivo. Ricordiamo che fino a domenica 8 gennaio 2017 il Museo sarà sempre aperto dalle ore 10.00 alle ore 18.00 (ultimo ingresso ore 17.00) ad eccezione di domenica 1 gennaio 2017. Ogni giorno verranno proposte visite guidate all’esposizione museale alle ore 15.30. Costo visita guidata: 12,00 euro a persona comprensivi di biglietto d’ingresso ridotto 8,00 euro + quota guida 4,00 euro a persona.

***

risorgimento1Da non perdere:

– Martedì 3 gennaio 2017 alle ore 16.00: concerto del Coro Stellina Sottosezione C.A.I. di Viù diretto dal maestro Vittorio Guerci. Il concerto è riservato ai visitatori del Museo. Per assistervi occorrerà pagare il  consueto biglietto di ingresso che permetterà anche di visitare il Museo. Il programma prevede canti Alpini, brani popolari e brani sacri. Il Coro Stellina nasce nel 1962 raccogliendo il testimone dal Coro “I Lavandin” e con l’innesto di coristi lanzesi e valligiani. Prende il nome “Stellina” dalla formazione partigiana comandata da Giulio Bolaffi operante nelle Valli di Lanzo e Susa.RISORGIMENTO CAVOUR CARROZZA

– Nell’atrio di ingresso del Museo si potrà visitare gratuitamente “Strisce di Risorgimento”, la più completa ed affascinante esposizione dedicata al Risorgimento e all’Unità d’Italia nei fumetti e nella stampa per ragazzi,  con le storie realizzate nel corso degli anni dai grandi autori del fumetto italiano.

– Continua inoltre fino al 22 gennaio 2017 la mostra “Torino e la Grande guerra 1915-1918”, allestita nel corridoio monumentale della Camera dei deputati  italiana, che attraverso fotografie, tempere, manifesti, giornali e cartelloni pubblicitari racconta la prima guerra mondiale vista da Torino. 

Per informazioni www.museorisorgimentotorino.it

(foto: il Torinese)