Home » Brevi di cronaca » “Quartiere Dora” più verde
Il nuovo progetto approvato prevede una maggior distanza dai fabbricati esistenti generando un’area libera destinata a verde pubblico e l’insediamento di un edificio residenziale

“Quartiere Dora” più verde

di ilTorinese pubblicato mercoledì 21 marzo 2018

Il Consiglio comunale ha deliberato con 25 voti favorevoli ed una astensione la variante parziale n. 283 al piano regolatore concernente la Zona Urbana di Trasformazione (Z.U.T.) “Ambito 8.15 Quartiere Dora”.

Si tratta di una porzione di territorio di circa 130.000 mq compresa tra corso Marche, corso Francia e via Madonna delle Salette, dal 2009 oggetto di una trasformazione che prevede la creazione di insediamenti di edilizia residenziale, edilizia convenzionata, aree per servizi pubblici e aree a destinazione commerciale. L’Amministrazione si era impegnata sin da allora a procedere alla revisione del progetto “con particolare riferimento alle previsioni insediative collocate a tergo dell’edificazione residenziale preesistente, con il fine di attenuare l’impatto ambientale e percettivo su tale edificazione preesistente”.

Il nuovo progetto approvato prevede una maggior distanza dai fabbricati esistenti generando un’area libera destinata a verde pubblico e l’insediamento di un edificio residenziale inizialmente non previsto. Viene modificato così il mix funzionale riguardante le destinazioni d’uso previste per la Z.U.T., che passa da un minimo del 40% delle superfici a un minimo del 25%, mentre le aree per “Residenza libera” passano dal limite massimo del 30%, inizialmente previsto, al 45%. La variante genera una maggior superficie di aree per Servizi pubblici ed un incremento di 199 abitanti. A causa della valorizzazione indotta dalla variante, la proprietà corrisponderà un contributo straordinario di valorizzazione di Euro 552.807,00 oltre interessi legali.

www.comune.torino.it