Home » Brevi di cronaca » Dalla povera Gloria alla maestrina di Sanremo, quanti inganni nella vita di Gabriele
IL MAGISTRATO FERRANDO CHE NELLA SUA CARRIERA NE HA VISTE DI TUTTI I COLORI SI E' DICHIARATO SCOSSO PER LA FREDDEZZA DIMOSTRATA DAL GIOVANE

Dalla povera Gloria alla maestrina di Sanremo, quanti inganni nella vita di Gabriele

di ilTorinese pubblicato mercoledì 24 febbraio 2016

GABRIELE MAMMArosbochDiversi, come le personalità da lui manifestate nella vita e sui social network, i motivi che hanno portato tanti uomini e donne, – giovani e persone più anziane – a invaghirsi, se non innamorarsi di Gabriele, il 23enne reo confesso dell’omicidio della professoressa di Castellamonte

Una forte personalità, senza dubbio. Un fascino maledetto e in parte perverso, anche questo. Diversi, come le identità da lui manifestate nella vita e sui social network, i motivi che hanno portato tanti uomini e donne, – giovani e persone più anziane – a invaghirsi, se non innamorarsi di Gabriele, il 23enne reo confesso dell’omicidio della professoressa Gloria Rosboch di Castellamonte. Giovanni Obert, l’amante del giovane, che potrebbe essere con i suoi trent’anni  in più tranquillamente suo padre e’ uno di questi, il più “ipnotizzato” da Gabriele, tanto da diventare protagonista (in che modo lo scopriranno gli inquirenti) nell’assassinio della povera Gloria.

 defilippi rosbochE che dire della maestra della scuola più piccola d’Italia, di Ceresole Reale, salita con i suoi unici due allievi sul palco sfavillante del festival di Sanrremo?  Marzia Lachello, 34 anni, aveva finito nel giugno del 2013 una tormentata relazione con Gabriele, allora poco più che maggiorenne. Era  finita male, con lei ricoverata  in ospedale dopo aver anche vissuto a casa di Gabriele e della madre Caterina Abbattista per sei mesi. Ci era giunta come insegnante di sostegno del fratellino di Gabriele. Allora su Facebook scriveva che al suo “ragazzo” di quindici anni più giovane di lei avrebbe dato fuoco con un accendino. I giornali oggi fanno capire che Gabriele fosse più interessato a mettere leGABRIELE MAESTRINA mani sull’azienda del nonno di Marzia che non ad un storia d’amore con lei. Tra l’altro pare che il ragazzo abbia anche  tentato di circuire un anziano ospite  di una casa di riposo nel Torinese, per farsi intestare dei beni. Ma i parenti del paziente se ne sono accorti in tempo. Fatto sta che ancora in questi giorni l’omicida reo confesso e la maestrina si scrivevano su WhatsApp, fino al giorno stesso del suo arresto. GABRIELE GLORIA OBERTOvviamente lei non c’entra nulla con l’omicidio, ma c’è da chiedersi che cosa la spingesse fino all’ultimo, dopo quello che Gabriele le aveva fatto e dopo che lui era su tutti i giornali e le tv come sospettato per la scomparsa della professoressa di Castellamonte, a dialogare ancora con quel ragazzo “maledetto”.

Il procuratore capo di Ivrea, Ferrando, che ha seguito le indagini fino all’individuazione dei colpevoli, ne ha certamente viste di tutti i colori nella sua lunga carriera. E colpisce non poco il fatto che il magistrato abbia dichiarato di essersi sentito davvero scosso di fronte alla freddezza di Gabriele.

(nelle foto: Gabriele con la madre Caterina, Gloria Rosboch, alcuni dei mille volti del ragazzo, la maestra di Sanremo, Giovanni Obert)