Home » LIFESTYLE » La prova Pretty Woman: come riconoscere un diamante allo stato grezzo
In collaborazione con: www.tuttigliuominidilola.it

La prova Pretty Woman: come riconoscere un diamante allo stato grezzo

di ilTorinese pubblicato domenica 13 luglio 2014

PRETTYPRETTY2PRETTY3“Dimmi solo un nome di una a cui è andata bene”: “Quella gran culo di Cenerentola!”

 

Pretty Woman, l’incontro tra una bellissima prostituta e un elegante uomo d’affari, film che tutti noi abbiamo guardato almeno una volta, ed emblema universale dell’ammmore che tutto può.

 

Lei, priva di classe e stile; lui fascinoso e benestante, fondamentalmente deluso dall’amore, fondamentalmente solo, al punto da proporle una settimana assieme, in cui la pagherà per trascorrere il proprio tempo con lui.

 

Perchè Vivian non dovrebbe accettare? Un albergo di lusso è sempre meglio della strada, e lui non è un vecchio bavoso, è anzi molto bello ed elegante, come gli attori o gli industriali rampanti sbirciati sul New York Times.

 

Quello che Vivian non sa è che sbircerà da una porta semi aperta un altro mondo, un modo di vivere assolutamente diverso dal proprio, e soprattutto un’inedita se stessa, una versione di sè che neppure sognava immaginare.

 

Cosa ha trovato in lei l’uomo d’affari ? Perchè tra le donne fascinose che lo circondano ha scelto quella che all’apparenza sembra la meno adatta, vestita in maniera improbabile e con un’accento fuori luogo?

Edward l’ha portata a teatro a vedere la Traviata di Verdi. Inutile ricordare che lei non è mai stata a teatro, non ha mai ascoltato della musica classica..Eppure si è profondamente emozionata di fronte alla Bellezza di un’opera senza tempo, e ha pianto.

 

 Vivian ha un’anima, una sensibilità e un’intelligenza che appena spolverate hanno mostrato la propria luce: un diamante allo stato grezzo ha in sè milioni di promesse. Un chilo di cultura tronfia non fanno un grammo di curiosità per il mondo. Ed è questo il sintomo principale di una vera intelligenza.
 

Questa favola finisce con Vivian che decide di riprendere gli studi ed Edward che impara ad andare oltre i propri limiti.

 

Per arrivare fino alla finestra di Vivian e chiederle la mano sale su una scala altissima con dei fiori in mano , incurante della sua più grande paura: la vertigine.
L’amore non è forse questo? Andare oltre se stessi, accordare la propria musica con quella dell’altro, sbilanciarsi per creare una sinfonia unica e umanamente  imperfetta?

 

“Morale della favola : se vuoi scoprire in fretta se una persona vale la pena di essere vissuta falle la prova. Pretty Woman, coinvolgila in attività di vario genere.. e osservala.
Se sbadiglia indifferentemente di fronte a una mostra, un film o un paesaggio di montagna sai cosa devi fare.

 

Federica Billone

www.tuttigliuominidilola.it