Home » Brevi di cronaca » Processo Rosboch, Gabriele chiede scusa. I genitori di Gloria: “Non possiamo perdonare”
PER L'UCCISIONE DELLA PROF DI CASTELLAMONTE

Processo Rosboch, Gabriele chiede scusa. I genitori di Gloria: “Non possiamo perdonare”

di ilTorinese pubblicato venerdì 10 febbraio 2017

defilippi rosbochrosbochA Ivrea è iniziato il processo per l’omicidio dell’insegnante di Castellamonte, Gloria Rosboch. Sono comparsi dinanzi  al gup Alessandro Scialabba  Gabriele Defilippi, 22 anni, e Roberto Obert, 55 anni di Forno Canavese, i rei confessi del delitto. Presente anche Caterina Abbattista, 49 anni di Gassino, la madre di Defilippi, imputata per concorso in omicidio, ed Efisia Rossignoli, 49 anni di San Giorgio Canavese, accusata di truffa. GABRIELE MAMMAIn aula c’erano anche gli anziani genitori di Gloria Rosboch: Marisa Mores ed Ettore.

LE SCUSE DI GABRIELE

“Vorrei riavvolgere il nastro e tornare indietro. Chiedo scusa a tutti”: così l’agenzia Ansa riporta le parole di Gabriele Defilippi, in aula in jeans e maglione blu. Anche sua madre ha chiesto scusa leggendo un testo.

I GENITORI DI GLORIA: “NON POSSIAMO PERDONARE”

“Sapevo che sarebbe stata dura, Me lo aspettavo. Perdonare? Noi non possiamo perdonare”. E’ il GABRIELE GLORIA OBERTcommento di Marisa Mores, mamma di Gloria Rosboch . “Mi hanno dato fastidio gli sguardi di quella donna,  continuava a fissarmi”, ha aggiunto.

 Ettore Rosboch: “Per me sono tutti assassini. Ho detto grazie a Gabriele per quello che ci ha fatto. Solo questo…”